Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Venerdì Piacentini, oltre 200 eventi tra Miss Italia, San Remo giovani, Orzorock e tanti altri

Presentata al campus di Crédit Agricole la nuova edizione del festival organizzato da Blacklemon per l'ottavo anno consecutivo: cinque serate a partire da venerdì 22 giugno

 

Il 22 giugno iniziano i Venerdì Piacentini, il più importante evento della provincia di Piacenza, capace di attirare in città oltre 250mila visitatori ogni anno. Oggi si è tenuta la conferenza stampa di presentazione al campus di Crédit Agricole di via San Bartolomeo con gli organizzatori dell'agenzia Blacklemon, i rappresentanti del Comune (gli assessori Paolo Mancioppi e Filiberto Putzu), le associazioni di categoria e tutti gli sponsor che hanno reso possibile la kermesse. Kermesse che quest'anno, come ribadito in conferenza stampa su precisa domanda dei giornalisti, non ha beneficiato di contributi da parte dell'Amministrazione comunale la quale, tuttavia, come ha spiegato l'assessore al Commercio Paolo Mancioppi, ci teneva tantissimo alla realizzazione dei “Venerdì” e ha avuto in questi mesi “funzione di coordinamento, regia e sostegno morale”. 
Ottava edizione targata Blacklemon, dunque. Oltre 200 eventi divisi in 5 serate (22 e 29 giugno, 6, 13 e 20 luglio) per un mix di musica, spettacoli, danza, eventi artistici, eventi culturali, competizioni sportive e tante iniziative rivolte ai bambini e alle famiglie. Blacklemon, l’agenzia di comunicazione strategica che ha ideato il format nel 2011 e lo ha portato ai risultati odierni, ha scelto per questa edizione un titolo ricco di significati: “Il festival COOLturale”. 

“I Venerdì Piacentini sono oggi la più importante manifestazione culturale, turistica e commerciale di Piacenza e una delle più significative in Emilia” spiega Nicola Bellotti, fondatore dell’agenzia Blacklemon. “L’evento ha registrato negli ultimi 3 anni oltre 250.000 presenze, con un numero di turisti (prevalentemente lombardi) che è quasi la metà del totale. Il festival ha ottenuto un forte riscontro di critica su stampa, web e social, ed in base ad un recente sondaggio condotto dall’Università Cattolica, si colloca al primo posto tra gli eventi culturali più apprezzati e conosciuti di Piacenza”.

La formula  mantiene, come ogni anno, un ricco programma spalmato su 5 notti bianche (22 e 29 giugno, 6, 13 e 20 luglio, dalle 19:00 all’1:00) nelle quali il centro storico di Piacenza viene animato da decine di eventi e mini-eventi collocati in modo da stimolare i visitatori a muoversi lungo le vie commerciali, dove i negozi restano aperti fino a mezzanotte. 

I Venerdì Piacentini sono un festival popolare amatissimo dai giovani che avvicina persone di ogni età: bambini, giovani, famiglie, anziani. Il successo della manifestazione è dovuto ad una precisa strategia di marketing e comunicazione a supporto di una direzione artistica attenta a mettere in luce gli artisti piacentini e a consentire ai turisti la visita di chiese, musei e palazzi della città. La promozione dell’iniziativa è effettuata in gran parte con gli strumenti offerti dal web.

“Con i suoi 250.000 visitatori in 5 giorni, la kermesse è l’evento che attrae il maggior numero di turisti sul territorio piacentino,” illustra Susanna Pasquali, responsabile della divisione Eventi di Blacklemon. “La Lombardia è la regione dalla quale proviene il maggior numero di turisti, in particolare dalle province di Lodi, Milano e Cremona. Anche sui social media, i Venerdì Piacentini sono uno dei principali veicoli di promozione del marchio Piacenza e del territorio. La pagina Facebook ufficiale della manifestazione, nel periodo da maggio a luglio 2017, è stata visitata da 684.000 persone diverse, registrando oltre 45.000 interazioni. Considerando anche Instagram, sono stati visualizzati oltre 2 milioni di contenuti associati a Piacenza e agli eventi in programma”. 

Il festival punta a valorizzare gli artisti locali e mette in luce i tesori di Piacenza (con l’apertura straordinaria di musei, luoghi di culto, palazzi e giardini privati). Negli ultimi anni, dalla prima edizione del 2011, si sono alternati sui palchi di Piacenza oltre 1.500 artisti locali.
La kermesse si svolge in tutto il centro storico di Piacenza, chiuso al traffico e reso completamente pedonale. Le 4 piazze principali della città e tutte le vie più importanti del borgo antico sono trasformate in un teatro a cielo aperto, con eventi itineranti e spettacoli ad orari alternati. All’interno delle antiche mura farnesiane, altre zone partecipano al festival con eventi fuori programma sempre più completi ed interessanti.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento