Mercoledì, 22 Settembre 2021
Animali

Allarme caldo: i consigli per proteggere cani e gatti

L’Associazione italiana difesa animali ed ambiente ha messo a punto alcuni semplici consigli da seguire in estate

A soffrire del troppo caldo non siamo solo noi esseri umani, ma anche cani e gatti. L’eccessivo calore mette a rischio la salute dei nositri amici pelosi: per questo l’Associazione italiana difesa animali ed ambiente ha messo a punto alcuni semplici consigli per tuelare i nostri amici pelosi dal caldo di questa che si preannuncia come una delle estati più calde degli ultimi anni

Gatti

Il gatto soffre molto meno del cane il caldo torrido, ma occorre comunque avere riguardo per le razze a pelo lungo come ad esempio i persiani, i norvegesi delle foreste e i mainecoon. In particolare occorre controllare i persiani, in quanto oltre ad avere la folta pelliccia sono anche vittime di un problema congenito di respirazione a causa della particolare conformazione del loro naso.

Bastano semplici accorgimenti per aiutare i gatti a proteggersi dal caldo:

1) lasciare a disposizione sempre molta acqua fresca, ma non fredda per evitare eventuali congestioni

 2) dare da mangiare nelle ore più fresche. Nel caso di cibo umido, controllare che non rimanga nella ciotola troppo tempo specialmente se situata all’aperto in quanto potrebbe deteriorarsi

 3) mai tenere al massimo l’aria condizionata sia in casa che in auto, questa potrebbe essere utile nelle ore più calde della giornata ma se troppo alta potrebbe creare problemi di sbalzi improvvisi o raffreddature al gatto

 4) controllare spesso il proprio gatto e, nel caso di difficoltà respiratorie o respiro affannato, bagnare la testa con l’acqua avendo però l’accortezza di non far entrare l’acqua nelle orecchie per evitare al gatto fastidiose otiti.

Cani

Come regola generale anche fido può rischiare un colpo di calore che potrebbe portarlo fino al coma o addirittura alla morte, afferma l’associazione Aidaa. Per questo in casi particolari occorre intervenire subito applicando ghiaccio secco sotto ascelle e inguine, con doccia gelata e usando ventilatore o aria condizionata per raffreddare il cane. Questi interventi se fatti velocemente spesso salvano la vita. I più a rischio sono carlini, boxer e bulldog, razze che hanno le prime vie respiratorie piuttosto piccole rispetto alle dimensioni dell’ animale. Particolarmente a rischio i cani obesi, e quelli con il folto mantello.

A parte questi casi ecco semplici da seguire in casa e all’aperto:

1) mantenere una dieta equilibrata e molta acqua fresca, ma non freddissima per evitare possibili congestioni

 2) tenere il cane in zone ombrose ed evitare di portarlo in spiaggia o a fare la passeggiata quotidiana, nelle ore più calde, e comunque munirsi sempre di una bottiglia di acqua

 3) attenzione ai colpi di freddo per l’aria condizionata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme caldo: i consigli per proteggere cani e gatti

IlPiacenza è in caricamento