Animali

Topi domestici da compagnia? Scopriamo come prendersi cura di questi simpatici animali

I topi domestici sono dei veri e propri animali da compagnia dalla curiosità innata e tutti da scoprire

Considerati comunemente dei selvatici, nel corso degli anni alcune varietà sono state allevate. Di cosa stiamo parlando? Dei topi domestici, dei veri e propri animali da compagnia che amano le coccole, sono intelligenti e socievoli.

Inoltre, cosa non da poco, sono ideali per chi lavora tutto il giorno perché a differenza dei conigli e delle cavie sono particolarmente attivi la sera o nelle prime ore del giorno.

Quanti topi domestici avere in casa e come controllare al riproduzione

I topi sono piuttosto socievoli, questo è il motivo per il quale è meglio non averne uno solo, ma almeno due, l’ideale sarebbe 6. Il numero non deve spaventare, perché non è difficile prendersi cura di loro: una volta entrati in contatto con le persone che li circondano, non hanno paura di essere accarezzati e ricevere attenzione anche da parte dei bambini.

I topi come sappiamo sono animali molto prolifici, ad esempio le femmine sono in grado di partorire fino a 10 piccoli ogni volta che rimangono incinte (questo avviene già intorno alle 6 settimane di vita) e hanno 4 cucciolate l’anno.

Quindi per evitare che si moltiplichino, meglio scegliere esemplari dello stesso sesso o sterilizzarli. In generale le femmine vanno più d’accordo tra di loro, rispetto ai maschi.

Organizzare bene la gabbia

Come abbiamo visto, i topi amano stare in compagnia e la gabbia in cui trascorrono il loro tempo deve essere adeguata. Se avete dai 2 ai 6 esemplari, non solo deve avere più livelli per farli giocare con oggetti e labirinti, ma è preferibile che sia anche abbastanza ampia. La più indicata è quella che misura circa 100 x 50 x 120 cm così da farli muovere liberamente e creare all’interno anche un angolo in cui sistemare la lettiera o la sabbia. Sul fondo della gabbia bisogna sistemare trucioli di legno leggeri e per permettergli di fare un spuntino potete mettere anche del fieno e della paglia.

I topi sono animali intelligenti e curiosi, per questo evitate di fargli trascorrere molto tempo chiusi in gabbia. Lasciateli esplorare liberamente la casa, l’importante è tenerli lontani da cavi, libri e tutto quello che potrebbero rosicchiare e mettere in pericolo la loro vita. Il nostro consiglio quando volete fare uscire un topo domestico è quello di non costringerlo o prenderlo per la coda, un punto molto sensibile, ma di mettergli una mano sotto la pancia e una sulla schiena. I topi si sentiranno protetti e si fideranno.

L’alimentazione corretta per i topi

La loro natura onnivora, permette ai topi di mangiare di tutto, ma preferiscono gli alimenti di origine vegetale, in particolare la farina d’avena e un mix di cereali. Oltre a questo potete nutrirli anche con verdure come carote, lattuga e la frutta ad eccezione degli agrumi.

Per quanto riguarda le proteine, i cibi più indicati sono le uova sode, lo yogurt e i vermi della farina.

Come prendersi cura dei topi domestici

I topi sono tendenzialmente degli animali che si ammalano raramente, può succedere, però, che abbiano alcuni problemi di salute. I più comuni sono il tumore e le patologie delle vie respiratorie con infezioni che possono causare respiro rumoroso, perdita di appetito e pigrizia.

I giochi preferiti dai topi

Sono animali socievoli che hanno bisogno di muoversi costantemente e di avere stimoli sia mentali che fisici, per questo è importante farli giocare più volte al giorno. Le attività preferite sono quelle che li portano alla scoperta e all’esplorazione, quindi i labirinti sono un’ottima soluzione. Lo stesso vale per la ricerca del premio. In una scatola di cartone, potete mettere della carta appallottolata e degli snack, i topi non vedranno l’ora di poter scavare all’interno e trovare un piccolo premio.

Articolo originale su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Topi domestici da compagnia? Scopriamo come prendersi cura di questi simpatici animali
IlPiacenza è in caricamento