A Borgonovo prosegue il banchetto solidale

Il meccanismo per farlo funzionare è semplice: chi ha la possibilità può lasciare generi alimentari oppure vestiti, mentre chi invece ha bisogno può venire a prendere quello che occorre per sé e per la propria famiglia, in completa autonomia

Il banchetto

«Lascia quello che puoi, prendi quello che vuoi». E’ il cartello che si trova sul banchetto solidale allestito in via Cavallotti a Borgonovo proprio a fianco della canonica e che ha come obiettivo la raccolta di generi alimentari che saranno distribuiti alle famiglie più bisognose.

Da sabato 11 aprile infatti su iniziativa dell’amministrazione comunale e di Don Gianni Bergomi, è stato montato un gazebo con un tavolino dove possono essere riposti vari beni e messi a disposizione di chi si trova in difficoltà in questo momento.

«Abbiamo pensato di adottare questo progetto di solidarietà per dare un ulteriore aiuto concreto alle famiglie – spiega Nicola Sogni, consigliere comunale di Borgonovo -. La pandemia sta colpendo tutti, anche a livello economico. C’è chi ha perso il lavoro, chi non ha più entrate e anche andare a fare la spesa può diventare un problema insormontabile. Anche in altri comuni hanno organizzato sistemi di scambio simili».

Il meccanismo per farlo funzionare è semplice: chi ha la possibilità può lasciare generi alimentari oppure vestiti, mentre chi invece ha bisogno può venire a prendere quello che occorre per sé e per la propria famiglia, in completa autonomia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«A quasi una settimana da quando abbiamo iniziato – prosegue Sogni – abbiamo visto che il banchetto funziona, grazie soprattutto alla generosità di tanti borgonovesi. Invitiamo quindi a continuare con le offerte per mantenere in vita il progetto, visto che la crisi che sta investendo tutto il Paese è lontana dall’essere risolta. Vorrei infine ringraziare don Gianni per aver partecipato all’iniziativa e per aver messo a disposizione lo spazio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento