rotate-mobile
L'installazione / Castel San Giovanni

A Castelsangiovanni arrivano le latte degli "alieni"

Dal 9 aprile via alla distribuzione delle latte realizzate dagli ospiti del "Centro Socio-Riabilitativo Emma Serena" di San Nicolò e da "L’Isola che non c’è" di Castello in collaborazione con l’artista Fabrizio Sclavi

È iniziata il 9 aprile la distribuzione delle latte realizzate dagli ospiti delle strutture "Centro Socio-Riabilitative Emma Serena" di San Nicolò e "L’Isola che non c’è" di Castelsangiovanni in collaborazione con il celebre artista Fabrizio Sclavi. La consegna è stata affidata alla Pro Loco castellana che ha recapitato gli oggetti ai negozianti della città della Valtidone che avevano fatto richiesta e rappresentano un’anteprima dello speciale programma dal titolo "Gli alieni atterrano a Floravilla". I commercianti interessati possono ancora fare richiesta di esporre le latte - fino ad esaurimento - mandando una mail a floravilla@prolococastello.com.

La particolare installazione, infatti, sarà esposta in occasione dell’appuntamento di Floravilla (27 e 28 aprile a Villa Braghieri a Castelsangiovanni). Si tratta di un progetto, ideato insieme alla Pro Loco di Castelsangiovanni, che ha l’intento di coinvolgere il pubblico in un mondo fantastico, «con alberi che hanno occhi, orecchie, bocche e braccia tese per un abbraccio sincero – si legge nel comunicato –. La fantasia esce dai soliti confini, apre ad altri mondi e rende protagonisti gli "alieni", spesso considerati invisibili, con la speranza di dimostrare di non avere limiti e di saper guardare le cose con gli occhi incantati degli artisti. L'artista Sclavi è atterrato nella città castellana per colorare il mondo grigio, aiutato dai suoi amici alieni, ovvero i ragazzi dell’ "Isola che non c'è" e di Emma Serena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Castelsangiovanni arrivano le latte degli "alieni"

IlPiacenza è in caricamento