rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità Gragnano Trebbiense

A Gragnano iniziate le opere per realizzare la nuova rete in fibra ottica

Porterà internet veloce sia nel capoluogo che in quelle frazioni in cui , per lo scarso interesse commerciale non sono servite: oltre a Gragnanino, la località Costa di Casaliggio e Campremoldo Sopra

I lavori sono partiti da Gragnanino sabato 18 settembre, ma via via i cantieri stanno interessando l’intero territorio. A Gragnano infatti  sono iniziate le opere per realizzare la nuova rete in fibra ottica, che porterà internet veloce sia nel capoluogo che in quelle  frazioni in cui , per lo scarso interesse commerciale non sono servite: oltre a Gragnanino, la località Costa di Casaliggio e Campremoldo Sopra.   Una vera e propria “autostrada digitale” che permetterà di collegare 615 unità immobiliari in banda ultra larga con la modalità Fiber To The Home, ossia “fibra fino a casa” (Ftth). «Cittadini, enti e imprese – viene spiegato – potranno navigare alla velocità di 1 gigabit per secondo, con l’opportunità di abilitare servizi e contenuti innovativi come lo streaming online in HD, la telemedicina e il telelavoro».

L’intervento è curato da Open Fiber, la società partecipata da Enel e Cdp Equity che sta cablando le aree bianche dell’intera Emilia-Romagna, ossia quelle dove gli operatori privati non hanno interesse ad investire per cui, senza un intervento pubblico, resterebbero scoperte dal servizio. L’investimento complessivo, da Piacenza a Rimini, è di 288 milioni di euro e punta a portare internet veloce a 308mila abitanti della regione, in 200 Comuni. La parte più consistente della nuova rete in corso di realizzazione a Gragnano – 16,5  chilometri – “viaggia” lungo i pali dell’illuminazione pubblica e della telefonia: dalla scorsa primavera sono in corso le operazioni di posa della fibra lungo i cavidotti di Enel e Telecom già presenti sul territorio. Nelle ultime settimane, l’ultimo passo avanti: sono partiti i lavori di posa a terra della parte di infrastruttura necessaria ad assicurare i collegamenti dove è impossibile sfruttare le reti esistenti.

«Grazie alla collaborazione con il Comune e gli altri enti competenti si sta cercando di limitare il più possibile gli eventuali disagi per la comunità» – sottolinea il referente territoriale di Open Fiber, l’ingegner Marco Chiaromonte, impegnato in un sopralluogo con il Sindaco Patrizia Calza e l’assessore Cristiano Schiavi per constatare lo stato di avanzamento delle opere. «La percentuale di riutilizzo delle reti esistenti sul territorio di Gragnano è del  75%  e la maggior parte dei lavori e delle attività di scavo in corso stanno privilegiando modalità sostenibili e a basso impatto ambientale».

«I lavori avviati sono un deciso passo avanti verso il futuro: a Gragnano arriverà internet veloce per tutte le famiglie e le attività produttive, risolvendo le criticità attuali e assicurando vantaggi indiscussi», commenta il primo cittadino. «Cittadini e imprese potranno usufruire di servizi in rete ad oggi non accessibili, verranno facilitati lo smart working e i rapporti con le Pubbliche Amministrazioni e si accrescerà la competitività del tessuto economico locale».

I lavori dovrebbero concludersi  entro dicembre 2021. Quindi si avvierà la procedura per l’attivazione del servizio prevista nel 2022. Una volta operativo, l’utente dovrà semplicemente contattare un operatore, scegliere il piano tariffario più confacente alle sue necessità e potrà navigare ad alta velocità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Gragnano iniziate le opere per realizzare la nuova rete in fibra ottica

IlPiacenza è in caricamento