Domenica, 13 Giugno 2021
Attualità

A Marsaglia il sit in di protesta contro il rilascio d’acqua dalla diga

Legambiente: «Lo svaso è da spostare in autunno. Oppure vogliamo garanzie sui controlli e il monitoraggio»

Si è tenuto nella mattinata del 15 maggio il sit-in di protesta a Marsaglia (Corte Brugnatella) di Legambiente contro il rilascio d’acqua dalla diga di Boschi. «Abbiamo ribadito ad Enel – aggiunge l’associazione Legambiente - le nostre richieste per proteggere Aveto e Trebbia. Chiediamo di spostare lo svuotamento della diga in autunno, perché non possiamo permetterci di correre il rischio di fuoriuscite di fango che metterebbero a rischio la stagione turistica della valle, oltre che l’ambiente di tutto il fiume. Nel caso venga comunque svuotata dal 18 maggio allora chiediamo di interrompere le operazioni di notte, visto che in questo periodo il controllo si effettua alla centrale di Ruffinati, distante ben 8,5 chilometri dalla diga. Se ci fosse uno sversamento di fango, anche se venisse rilevato, il danno in tutto il fiume sarebbe inarrestabile. Chiediamo anche di misurare in continuo il livello di torbidità dell'acqua e l'ossigeno disciolto, e in caso di superamento dei limiti per uscita di fango, interrompere immediatamente i lavori».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Marsaglia il sit in di protesta contro il rilascio d’acqua dalla diga

IlPiacenza è in caricamento