Attualità

A Parma la mostra “Abecedario d'artista”: tra gli espositori anche la piacentina Alice Zanin

Nella città ducale, nell'ambito del programma di Parma Capitale della Cultura 2020+2021, la mostra di trentacinque espositori under 35 che indagano i temi del tempo e del paesaggio. Tra i talenti emiliano-romagnoli vi è anche una giovane artista piacentina

Apre oggi, sabato 29 maggio, presso il Palazzo del Governatore di Parma, la grande esposizione “Abecedario d'artista”, un'iniziativa che rientra nel programma di Parma Capitale della Cultura 2020+2021 e alla quale prendono parte trentacinque artisti “Under 35” dell'Emilia-Romagna, scelti tra oltre 200 candidati. La mostra, curata dall’associazione culturale TØRØ con il sostegno del Ministero della Cultura, Regione Emilia-Romagna, Associazione GA/ER, Giovani Artisti Emilia-Romagna e Comune di Parma, vede il coinvolgimento di alcuni dei più talentuosi artisti della Regione, selezionati da una giuria di esperti del mondo dell’arte. Attraverso i principali linguaggi artistici, i trentacinque espositori under 35 indagano i temi del tempo e del paesaggio. Tra i talenti emiliano-romagnoli i cui lavori sono esposti all’interno della mostra e del catalogo che verrà pubblicato per l’occasione vi è anche una giovane artista piacentina, Alice Zanin.

Nata a Piacenza nel 1987, Alice Zanin vive e lavora nella nostra provincia. Autodidatta di formazione, ha sperimentato diversi mezzi espressivi fra cui anche la pittura, fino a scegliere di concentrarsi, a partire dal 2012, sulla tecnica della cartapesta. Dapprima costruendo animali di parole in un ironico discorso sull’idea di effimero, transitorio e mutevole, poi raggiungendo nel tempo risultati più minuziosi e raffinati eliminando le parti testuali dei quotidiani dalle coperture dei pezzi, per ottenere superfici più lievi attraverso epidermici giochi di colore e accordi cromatici tra le carte. Attualmente il lavoro dell‘artista, pur restando a tutti gli effetti scultoreo, tende all’installazione soprattutto in termini espositivi, o alla costruzione di un dialogo tra opere e oggetti sulla base del registro dell’incongruenza e dell’associazione di idee, sempre filtrato da una voce ironica e galante. Alice ha partecipato a diverse fiere di settore ed esposizioni collettive, e ha realizzato personali in spazi istituzionali come il Palazzo della Permanente e la Triennale di Milano. Nel 2018 è stata segnalata dalla rivista Exibart tra i 222 artisti emergenti sui quali investire, ed è stata finalista di diversi concorsi internazionali fra cui l’Arteam Cup (2016) e il Combat Prize (2014). Sue opere fanno parte di collezioni pubbliche e private in Italia, Austria, Belgio, Usa, Canada e Venezuela. Visitando il suo sito web www.alicezanin.com è possibile apprezzare il suo lavoro e la sua proposta artistica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Parma la mostra “Abecedario d'artista”: tra gli espositori anche la piacentina Alice Zanin

IlPiacenza è in caricamento