rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Emergenza guerra / Caorsana / Via Caorsana

A Piacenza Expo la "spesa sospesa" di Coldiretti per i profughi ucraini

Nei mercati di Campagna Amica si raccolgono prodotti alimentari da inviare in Ucraina, dove iniziano a scarseggiare le scorte alimentari, o da donare alle migliaia di profughi che stanno arrivando in Italia

Anche a Piacenza Coldiretti ha organizzato l'iniziativa “Spesa sospesa per l’Ucraina”. L’evento, che si tiene oggi in tutta Italia nei mercati di Campagna Amica, è finalizzato alla raccolta di prodotti alimentari da inviare ai civili del martoriato Paese dove iniziano a scarseggiare le scorte alimentari o da donare alle migliaia di profughi che stanno arrivando in Italia. A Piacenza, l’evento si svolge fino alle 18 nell’ambito della manifestazione “Buon Vivere” in corso a Piacenza Expo. Presenti i rappresentanti di Coldiretti Giovani Impresa e Coldiretti Donne Impresa, l’assessore del Comune di Piacenza Paolo Mancioppi - e per Piacenza Expo - Sergio Copelli e Alessandra Bottani. I visitatori, oltre a donare i prodotti, possono scrivere anche messaggi di vicinanza alle popolazioni.

«Il nostro impegno è il segno tangibile della solidarietà della filiera agroalimentare italiana verso la popolazione ucraina” spiega il presidente nazionale della Coldiretti Ettore Prandini nel sottolineare che “di fronte a una situazione senza precedenti si tratta di uno sforzo corale che dimostra la capacità dell’Italia di unirsi e mobilitare risorse per sostenere un intero Paese in difficoltà». «Nonostante le difficoltà che il settore sta affrontando, l’Italia che è leader europeo per valore aggiunto e qualità dell’agricoltura non può sottrarsi – conclude Prandini - dall’impegno di rispondere alle richieste che vengono da un Paese dove cominciano a scarseggiare anche le scorte alimentari».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Piacenza Expo la "spesa sospesa" di Coldiretti per i profughi ucraini

IlPiacenza è in caricamento