menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A prupòsit dal Klimt: l'è la tua, l'è la mia, fumla mör, sì, ma a l'umbrìa

Aria di tempesta tra il Comune di Piacenza e la Galleria d'arte moderna Ricci Oddi sulla presentazione degli eventi che dovrebbero dare visibilità al ritorno del quadro in esposizione

Aria di tempesta tra il Comune di Piacenza e la Galleria d'arte moderna Ricci Oddi. La querelle sulla presentazione della mostra sul quadro di Klimt ritrovato lo scorso dicembre - a distanza di 22 anni dal furto - fa discutere l'opinione pubblica cittadina. Il Comune è scontento dell'atteggiamento del Consiglio d'Amministrazione della galleria (e in particolare del suo presidente, l'architetto Massimo Ferrari, che dovrebbe rappresentare proprio lo stesso Comune). La Ricci Oddi si sarebbe rifiutata di collaborare con l'ente comunale - che aveva pensato di stanziare 250mila euro per il ritorno del Klimt in pubblico -, declinando anche la possibilità di una partnership per l'organizzazione degli eventi che dovrebbero dare visibilità al ritorno del quadro in esposizione. Sulla vicenda anche il nostro Ernesto Colombani intende dire la sua, a suo modo. 

A prupòsit dal Klimt

Dop un ann in dal caveau (-a- gratis),

fursi adess il tiran sö.

Ma la mustra ecceziünäla,

sum mia bon pö gnanca ad fäla.

L'è la tua, l'è la mia,

fumla mör, sì, ma a l'umbrìa.

Fum a Pärma un bell cadeau,

lur i'enn bon da mangiäg sö.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento