Attualità

A San Nicolò una scritta inneggia all’Olocausto, Veneziani: «I colpevoli faranno attività sociali»

Rimossa una scritta, il sindaco stigmatizza l'episodio: «L’evocazione di un genocidio è una vomitevole di mancanza di cultura ed ignoranza storica»

Nella scorsa notte, su un muro di San Nicolò, è comparsa una scritta abominevole inneggiante all'Olocausto, con tanto di firma "i camerati", prontamente rimossa. «Chiariamoci – interviene il sindaco di Rottofreno Raffaele Veneziani - a me non importa se uno simpatizzi per la destra o la sinistra, se sia filoisraeliano o filopalestinese. Rispetto tutte le idee comprese (soprattutto) quelle diverse dalla mia, ma tra la libertà di espressione e l'evocazione del genocidio c'è un abisso costituito da un cocktail vomitevole di mancanza di cultura ed ignoranza storica. Se per la mancanza di cultura vi consiglio un lungo ritorno sui banchi di scuola, vorrei dare un piccolo contributo per iniziare a colmare la vostra evidente ignoranza in ambito storico ed istituzionale: cari "camerati", probabilmente adulti (nel fisico, ma non nel cervello) cresciuti nella bambagia per i sacrifici dei vostri genitori, ringraziate le istituzioni del nostro Paese che io sia un sindaco, perché se anzichè il rappresentante di uno Stato democratico fossi un podestà avrei sentito probabilmente come un diritto quello di farvi gustare un aperitivo a base di olio di ricino e altre prelibatezze di un menu altrettanto rivoltante, giusto per aiutarvi nell'apprendimento della storia attraverso un approccio esperienziale. Mi sono permesso un piccolo ritocco alla foto, spero non vi dispiaccia. L'originale lo conservo per allegarlo ad una denuncia per istigazione all'odio razziale, come si conviene in un paese democratico. Spero che siate identificati e che abbiate un processo ed una pena giusti, per poi consentirvi di cogliere l'occasione di fare diverse centinaia di ore di lavori di pubblica utilità, di cui avreste probabilmente molto bisogno».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A San Nicolò una scritta inneggia all’Olocausto, Veneziani: «I colpevoli faranno attività sociali»

IlPiacenza è in caricamento