menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aglio bianco piacentino: la ricerca a sostegno di una lunga tradizione di qualità

Verranno presentati i risultati di un progetto di ricerca PSR triennale

Giovedì 19 dicembre dalle 10 alle 12.30 si terrà nella sala Convegni G. Piana il convegno “Aglio bianco piacentino: la ricerca a sostegno di una lunga tradizione di qualità”.

Il convegno è l’evento conclusivo del progetto “Linee guida per il contrasto della fusariosi su Aglio Bianco Piacentino”, realizzatosi nell’ambito del piano di sviluppo rurale (PSR) della regione Emilia Romagna, che ha visto coinvolte l’Università Cattolica del Sacro Cuore, Dipartimento di Scienze delle Produzioni Vegetali Sostenibili (DiProVeS), AGRISILVA e Cooperativa di Produttori di Aglio Piacentino (CO.P.A.P.).

Il marciume secco dell’aglio è una malattia emergente segnalata in tutto il mondo a partire dagli anni 2000. I funghi finora segnalati come agenti causali di questa patologia appartengono al genere Fusarium. Gli obiettivi principali del progetto hanno riguardato la conferma dei funghi coinvolti, i punti deboli della filiera produttiva, intesi come i momenti più importanti per l’infezione da parte dei funghi, e il ruolo svolto dall’andamento meteorologico e dalle tecniche colturali. Tutto questo con lo scopo finale di elaborare linee guida per migliorare la salubrità dell’aglio destinato al consumo e minimizzare le perdite per i produttori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Addio a don Giancarlo Conte, fondatore di San Giuseppe operaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento