Ai Mondiali antirazzisti di calcio anche una squadra dell'Asp di Piacenza

Tornano i Mondiali Antirazzisti, la storica manifestazione della Uisp – Unione Italiana Sport Per tutti, organizzata con il supporto della Regione Emilia-Romagna, che da 22 anni lotta contro ogni forma di razzismo e discriminazione. I Mondiali Antirazzisti sono un festival che vede la partecipazione di centinaia di squadre di calcio, 50 nazionalità rappresentate, oltre 5.000 persone insieme per una settimana, nel segno del dialogo, del rispetto. Tornei di calcio, basket, pallavolo, cricket. E poi ancora concerti serali e momenti di dibattito e confronto tra le realtà impegnate quotidianamente per l'antirazzismo.

Quest’anno, dal 5 al 7 luglio, a Castelfranco Emilia (MO) si terrà la 22° edizione dell’evento e per la prima volta una rappresentanza delle due comunità Albatros dell’ASP “Città di Piacenza”, dedicate all’accoglienza dei MSNA, avrà il piacere e l’onere di partecipare con una squadra di calcio denominata “Albatros Piacenza”, composta da 7 minori che, accompagnati da due educatori, cercherà di tenere alto l’onore della nostra città.

Al torneo, come tradizione, non si vince nulla: ci sono in palio diverse coppe, ma non per i meriti sportivi; quella per la squadra che ha sostenuto il viaggio più lungo, per chi ha il miglior tifo, per chi porterà i migliori contenuti e infine la coppa più importante, quella che premia la squadra o l'associazione che durante l'anno ha lavorato maggiormente sulle tematiche antirazziste. La partecipazione ha visto l’importante contributo dell’ASD SPES Borgotrebbia e del suo presidente Maurizio Russo, che hanno, con molta generosità, donato le divise da gioco che i ragazzi indosseranno durante il torneo, dimostrando di aver colto appieno lo spirito di solidarietà e fratellanza che tale manifestazione vuole rappresentare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento