rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità

Al Decret Natalìzi: «Dì che dman as pö pö pärt e che gninta gh'è pö vert»

Il decreto del 18 dicembre analizzato "alla piacentina" da Ernesto Colombani

Al Decret Natalìzi (di Ernesto Colombani)

S'è mäi vist di guvernant,

tö pra 'l cül un po' tütt quant.

Dì che dman as pö pö pärt

e che gninta gh'è pö vert.

Po inveci dì ad no,

sì, ancura... ma però!

In Cumöin ma mia in Region,

co'i pareint ma mia co'i nonn.

Sì all'amante e al convivente,

no al secondo se è parente.

Sì al fradell c'l'è ad primo grado,

sì al cüzein s'l'è mia in grado.

Sì se al viazz l'è d'un quärt d'ura,

no s'al düra pö d'un'ura.

Dop ill sez as pö andä föra,

con l'o.k. però ad la nöra.

Pö al Decreto, in neretto,

al ta mzüra anca 'l difetto.

Da ill dez ur a la matteina,

s'pö fä gnanca na scurzeina.

E i'anvein? Solo da asporto.

Ma col brodo un poco smorto.

Al sürbì a l'è pruibì.

I sann gnanca cus vö dì.

Me dig pena che chemò,

sum tütt lucc, botta però!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Decret Natalìzi: «Dì che dman as pö pö pärt e che gninta gh'è pö vert»

IlPiacenza è in caricamento