«Alcol tra i giovani? Nessun evento rilevante sul territorio, ci attiviamo per prevenire»

In un’interpellanza i consiglieri di minoranza avevano chiesto «maggiore attenzione da parte dell’Amministrazione», nei confronti del problema dell’alcol che «interessa molti ragazzi giovani»

Foto di repertorio

In un’interpellanza i consiglieri di minoranza dei gruppi “Alseno con Benzi cambia” e “Noi per Alseno” avevano chiesto «maggiore attenzione da parte dell’Amministrazione», nei confronti del problema dell’alcol che «interessa molti ragazzi giovani».

«I fatti denunciati dai consiglieri – è stato spiegato nel corso dell’ultima seduta de Consiglio comunale -  non fanno riferimento a casi specificamente verificatisi sul territorio alsenense e non nemmeno individuano situazioni di disagio relative ad adolescenti o gruppi di adolescenti residenti sul territorio. L’Amministrazione non può che prendere atto delle preoccupazioni dei gruppi di minoranza come un invito a prevenirne di eventuali o future». «Più che farci carico di un problema che, allo stato, non pare essere sussistente sul territorio alsenense – hanno spiegato dalla Giunta -, in via preventiva ci attiveremo chiedendo all’Ausl di Piacenza, nel rispetto dei limiti imposti dalla normativa in tema di privacy, se ci sono stati accessi al Pronto Soccorso per intossicazione alcolica da parte di adolescenti residenti nel territorio alsenense. Inoltre sono già stati presi contatti con l’associazione “Ema Pesciolino Rosso”, fondata dal padre di un ragazzo morto in conseguenza dell’assunzione di sostanze stupefacenti, al fine di organizzare, con l’eventuale supporto dell’Istituto Compensivo di Castellarquato e del corpo docenti della Scuola Secondaria di Alseno, incontri con adolescenti e genitori al fine di sensibilizzarli sul tema degli abusi di sostanze stupefacenti e alcol».

E ancora, tra le altre iniziative che metterà in campo la Giunta, la «verifica della possibilità di organizzare, con la collaborazione del Sert di Piacenza ed il supporto dell’Istituto Compensivo di Castellaquato e del corpo docenti della Scuola Secondaria di Alseno, incontri educativi dedicati ai genitori in modo da fornire agli stessi gli strumenti conoscitivi necessari per aiutarli a riconoscere eventuali situazioni di abuso di sostanze alcoliche; l’intensificazione nelle ore diurne, tramite la polizia locale, i controlli finalizzati a verificare l’eventuale vendita di sostanze alcoliche a minorenni, chiedendo a carabinieri e Guardia di Finanza di Fiorenzuola un’intensificazione di tali controlli nelle ore notturne, anche nelle aree eventualmente a rischio del territorio comunale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

  • Animale sulla strada, si ribalta con l'auto in un campo: ferito

Torna su
IlPiacenza è in caricamento