menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La locandina

La locandina

"Allarme ozono", giovedì 30 maggio se ne parla a Gossolengo

Il Comitato “No al Bitume – Si al Parco del Trebbia” e Legambiente Piacenza Circolo Emilio Politi organizzano alle 21, nella sala parrocchiale della chiesa di San Quintino, una serata di informazione alla cittadinanza e di riflessione su uno degli aspetti critici dell’inquinamento

Il Comitato “No al Bitume – Si al Parco del Trebbia” e Legambiente Piacenza Circolo Emilio Politi organizzano giovedì 30 maggio alle 21 nella sala parrocchiale della chiesa di San Quintino a Gossolengo, una serata di informazione alla cittadinanza e di riflessione su uno degli aspetti critici dell’inquinamento di cui poco si parla e poco si conosce.

«“Allarme Ozono” è il titolo della serata che vuole richiamare per l’ennesima volta l’attenzione della cittadinanza e degli amministratori su uno dei tanti fenomeni che condizionano negativamente la nostra salute e il territorio in cui viviamo. Se ne parla troppo poco, ma è bene ricordare che la pianura padana l’inquinamento non se lo fa mancare nemmeno in estate!», si legge nel comunicato.

«E’ proprio da questa evidenza che trae spunto la serata informativa nella quale oltre agli aspetti tecnici del fenomeno dell’inquinamento di Ozono, si illustrerà l’esperienza maturata attraverso il progetto europeo “Captor”, esempio virtuoso di attivismo ambientalista sociale che ha visto negli ultimi due anni coinvolti cittadini di Gossolengo e di altri due comuni della nostra Provincia. Un progetto che ha rappresentato una collaborazione virtuosa tra persone comuni che hanno lavorato al fine di sensibilizzare e per trovare soluzioni al problema dell’inquinamento atmosferico», continua.

«In un epoca di cambiamenti climatici e innalzamento delle temperature medie del nostro pianeta, alzare il “velo di nebbia” sul tema dell’inquinamento indotto da fonti primarie quali i gas inquinanti emessi dalle automobili, dalle industrie, dalle raffinerie e la loro reazione alle alte temperature estive e non solo, fornisce una chiave di lettura importante sulle sfide che ci attendono. Ad aiutare tutti noi nella analisi della situazione locale, del suo impatto sulla salute e delle azioni in campo in ambito nazionale ed europeo, fornirà il suo importante contributo Giulio Kerschbaumer – Direttore di Legambiente Emilia Romagna e uno dei principali fautori del Progetto Captor nella nostra Regione. Un appuntamento da non mancare e per il quale il Comitato “No al Bitume – Si al Parco del Trebbia” e Legambiente Piacenza invitano tutti a partecipare», conclude.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

A Roncaglia sono partiti i lavori del maxi capannone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Piacenza scongiura la zona rossa: si resta in "arancione"

  • Cronaca

    Il nuovo Dpcm "anti varianti": che cosa cambia fino a Pasqua

  • Economia

    Cattolica, si lavora ad un robot per la potatura dei vigneti

  • Cronaca

    Controllo del territorio e Covid, più pattuglie in strada

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento