Alta Val Tidone, il comune ha ora ufficialmente il suo stemma e il suo gonfalone

Prefetto di Piacenza, Maurizio Falco, ha ufficialmente notificato al sindaco del Comune di Alta Val Tidone, Franco Albertini, il decreto del Presidente della Repubblica con il quale è stato riconosciuto lo stemma e il gonfalone del nuovo comune di questa Provincia nato il 1° gennaio 2018

Il Prefetto e il sindaco del comune di Alta Val Tidone

Nella mattinata odierna, nel Palazzo di Governo,  il Prefetto di Piacenza, Maurizio Falco, ha ufficialmente notificato al sindaco del Comune di Alta Val Tidone, Franco Albertini, il decreto del Presidente della Repubblica con il quale è stato riconosciuto lo stemma e il gonfalone del nuovo comune di questa Provincia nato il 1° gennaio 2018.

Alla cerimonia ha partecipato il Viceprefetto Vicario Leonardo Bianco, già commissario prefettizio di Alta Val Tidone primo ente locale della provincia di Piacenza costituitosi dalla fusione di Nibbiano, Pecorara e Caminato a seguito dell’esito favorevole del referendum indetto dalla regione Emilia – Romagna tra i cittadini di quel territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il simbolo di Alta Val Tidone richiama, infatti, gli enti originari da cui è derivato, con la rappresentazione del “nibbio” di Nibbiano, del “leone” di Pecorare e di “S. Colombano” di Caminata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio porta il coniuge trans a prostituirsi: «Arrotondiamo il bilancio familiare», denunciati

  • Coronavirus, la curva rallenta ma ci sono ancora 25 morti: in tutto 447 da inizio epidemia

  • La situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 25 marzo

  • La situazione nei comuni piacentini aggiornata al 24 marzo

  • Stop attività produttive non essenziali e assembramenti con più di due persone: nuova ordinanza antivirus a Piacenza

  • Covid-19, l’aggiornamento sui casi positivi nel Piacentino del 23 marzo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento