"Ama la tua città", al via la campagna di sensibilizzazione per il decoro urbano

La campagna è volta a promuovere il senso civico e le abitudini che possono contribuire alla tutela del decoro urbano. Il primo step è dedicato alla corretta conduzione dei cani e alla raccolta delle deiezioni

La presentazione

Presentata il 24 ottobre in municipio, dal comandante Giorgio Benvenuti e dall'assessore alla Sicurezza Luca Zandonella, la campagna di sensibilizzazione per il decore urbano, "Ama la tua città". L'iniziativa è volta a promuovere il senso civico e le abitudini che possono contribuire alla tutela del decoro urbano. Il primo step è dedicato alla corretta conduzione dei cani e alla raccolta delle deiezioni sia liquide sia solide.  I manifesti, che saranno affissi in città e nelle frazioni, ricordano che l'utilizzo del guinzaglio e la raccolta delle deiezioni sono previsti dalla legge e, pertanto, comportano una sanzione amministrativa. Sul materiale di comunicazione della campagna informativa è stato inserito anche un QR code che indirizza direttamente alla pagina del sito in cui è consultabile l'elenco delle aree di sgambamento presenti nel territorio comunale. «Vogliamo informare e sensibilizzare, ci piacerebbe non multare perché crediamo nella buona volontà e nel senso civico che ci aiuta ad avere una città migliore» ha detto Benvenuti. «Si tratta di promuovere la buona convivenza e il Comune è in prima linea per cercare di migliorare la situazione. Mese dopo mese la campagna si occuperà di un argomento differente», ha concluso Zandonella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Irenfutura, 13 posizione aperte in Emilia per lavorare con Iren

Torna su
IlPiacenza è in caricamento