POGaME School si allarga nel segno di Enrico Mattei: «Conoscere il passato per lavorare bene in futuro»

Presentati i nuovi spazi e l'"Oil and Gas Museum" della scuola già inaugurata nel 2017. L’occasione è stata quella del settantesimo anniversario della scoperta dei pozzi petroliferi a Cortemaggiore. Presente anche la nipote di Enrico Mattei

Il taglio del mastro (fotoservizio di Leoanrdo Trespidi)

Si chiama “Oil&Gas Museum” ed è una mostra che ripercorre la storia della scoperta dei primi pozzi di petrolio a Cortemaggiore. Perché «bisogna capire bene il passato per lavorare bene in futuro». Ne è convinto Germano Ratti, direttore di POGaME School, inaugurata già nel 2017 negli spazi Snam a Cortemaggiore e che nel pomeriggio di giovedì 10 ottobre ha presentato alla cittadinanza e alle autorità i nuovi uffici della dirigenza, che trovano spazio al secondo piano dell’oratorio di Corte. L’occasione è stata quella del settantesimo anniversario da quando, nel ormai lontano 1949, Enrico Mattei diede vita a quell’”avventura energetica” che rivoluzionò l’intero Paese.

DSC_1208 FOTO TRESPIDI LEONARDO-2È intervenuto anche il vescovo, monsignor Gianni Ambrosio, che ha celebrato la santa messa dedicata alla memoria di chi al tempo, aveva contribuito alla nascita del “cane a sei zampe”, ieri donato simbolicamente a Rosangela Mattei, nipote di Enrico, disegnato dai bambini delle scuole di Cortemaggiore su un grosso cartellone esposto durante la celebrazione eucaristica. Così come si è potuto ammirare un ostensorio regalato da Enrico Mattei alla comunità magiostrina e in questi anni custodito in chiesa. «Io e mio marito Alessandro Curzi, abbiamo percorso mille chilometri per venire nel luogo in cui si celebra un’impresa e il lavoro delle persone. È bello poter ricordare Enrico non solo come imprenditore ma anche come uomo: una persona concreta che lo ha portato a creare ciò che ha fatto», ha detto la nipote di Mattei, «fiera di aver ripercorso la memoria dello zio nel museo aperto a Matelica (Macerata)». «Si recupera un pezzo di storia di Cortemaggiore e noi ringraziamo Enrico Mattei per quello che ha dato alla nostra comunità. In tanti hanno trascorso anni di vita e lavoro qui nel nostro territorio e speriamo che la loro storia sia stata indelebile» - è stato l’intervento del sindaco Gabriele Girometta. Poi un appello ai giovani: «Studiate come hanno fatto queste persone (i pionieri del cane a sei zampe, nda) perché scommettendo su loro stessi DSC_1216 FOTO TRESPIDI LEONARDO-2e sul coraggio delle persone che avevano al loro fianco, hanno fatto grandi passi in tutto il mondo».

Sindaci, consiglieri regionali, il viceprefetto, il clero, i pionieri di Agip e i familiari di Mattei si sono poi spostati al vicino oratorio “Don Bosco”. Qui dopo il taglio del nastro e una visita all’esposizione di fotografie, testi e macchinari in miniatura che raccontano la nascita petrofilera del paese della Bassa, sono intervenute le autorità, tra le quali i vertici di Eni Corporate University, Tiziano Colombo, e l’Amministratore delegato di POGaME School Claudio Cicognani. «Grazie a questa realtà facciamo toccare con mano come funzionano i nostri impianti» – ha detto il primo, ricordando la sua carriera in Eni e raccogliendo l’invito di valorizzare queste ricchezze formative, attraverso la collaborazione con le scuole e le realtà giovanili. «Siamo nati come museo – ha detto Cicognani – ma non ci bastava: volevamo tenerlo vivo. Da qui l’idea di costituirci in Srl e accreditarci per rilasciare diplomi riconosciuti dalla Regione Emilia Romagna. Grazie al know-how di Eni organizziamo corsi su misura al mondo esterno, DSC_1300 FOTO TRESPIDI LEONARDO-2quindi scuole, lavoratori, aziende nuove e in crescita». Già partiti a Cortemaggiore alcuni progetti con aziende importanti come Edison e a breve, il 22 ottobre, prenderà il via un nuovo corso per i dipendenti dell’azienda Bonatti di Parma. «Il futuro non è fatto di operai che vanno sulle piattaforme o nel deserto: le macchine si possono governare anche a migliaia di chilometri di distanza virtualmente – ha aggiunto in fine Ratti. Per fare ciò occorre conoscere bene le procedure e le potenzialità dei sistemi informatizzati ed è quello che ci poniamo di fare».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta dopo lo schianto contro il terrapieno, muore un uomo

  • Precipita dal sesto piano, muore un giovane

  • Incastrato nell'auto ribaltata, grave incidente in via Colombo

  • Sbanda per una vespa nell'abitacolo e si schianta contro un terrapieno di cemento

  • Assalto al bancomat nella notte, il colpo va a segno

  • Intossicato mentre lavora in una cisterna, operaio gravissimo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento