rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Attualità

Anche a Piacenza la campagna #rottabalcanica #stoprespingimenti

Lanciata il 15 gennaio 2021 dalla rete Diritti Accoglienza Solidarietà Internazionale Friuli Venezia Giulia  (DASI FVG) per coinvolgere i cittadini nella protesta non violenta contro quanto succede  sulla cosiddetta “rotta balcanica”

Arriva anche a Piacenza la campagna #rottabalcanica #norespingimenti lanciata il 15 gennaio 2021 dalla rete Diritti Accoglienza Solidarietà Internazionale Friuli Venezia Giulia  (DASI FVG) per coinvolgere i cittadini nella protesta non violenta contro quanto succede  sulla cosiddetta “rotta balcanica”, la via percorsa dai migranti attraverso i Paesi della ex  Jugoslavia fino al confine italiano.  

«La situazione è davvero drammatica: un percorso lungo migliaia di chilometri durante i  quali non è offerta la benché minima assistenza ma anzi costellato di violenza e  vessazioni presso ogni frontiera attraversata. Significa camminare col caldo e con il  freddo, rischiare l’assideramento di notte, violenze disumane dalle Forze dell’Ordine».

Dal canto suo l’Italia pratica quelle che vengono chiamate riammissioni informali, dei veri e propri respingimenti, atti a rimandare i migranti che attraversano la nostra frontiera verso  la Slovenia e la Croazia che a loro volta li rimandano in Bosnia ove finiscono stipati nel  campo di Lipa, le cui condizioni sono prossime a una discarica. Il 18 dicembre 2020 il tribunale di Roma ha dichiarato illegali le riammissioni informali ma il Ministero degli Interni si è opposto alla sentenza. 

La rete DASI FVG il 15 gennaio ha promosso un digiuno a staffetta che terminerà il 25  aprile con un digiuno collettivo; i partecipanti sono invitati a inviare una propria foto con un  foglio bianco riportante la scritta “#rottabalcanica #norespingimenti” e sotto “Tutte le vite  valgono” a paolo.lega@gmail.com . Inoltre chi aderisce al digiuno e nella giornata del 25 aprile esce di casa può portare con  sé un cartello con gli hashtag. 

La data scelta non è casuale. Nell'anniversario della nascita della nostra democrazia  fondata sulla Carta Costituzionale, vogliamo riaffermare l'attualità della battaglia per i Diritti di tutte/i e in particolare del Diritto di Asilo (art.10 della Costituzione). Vogliamo ricordare  che tutte le vite valgono, a prescindere dalla provenienza, dalla nazionalità, dal colore  della pelle e dal credo religioso. Vogliamo chiedere l’attuazione della nostra Carta  Costituzionale per quanto riguarda temi come l’istruzione, la tutela sanitaria e l’inclusione  dei richiedenti asilo e dei rifugiati. 

«Il 25 aprile 1945 noi abbiamo conquistato dignità e libertà» – afferma Giordana Ferrari,  referente territoriale della campagna. «Oggi chiediamo che queste siano riconosciute  anche a quelle persone che arrivano alle nostre frontiere fuggendo da terre tormentate.  Per questo invito tutti i cittadini ad aderire all’iniziativa o a sostenere la campagna in ogni altro modo».

Segnaliamo inoltre che il 22 aprile alle ore 17,30 sui canali Facebook e Youtube di Articolo  Ventuno sarà trasmessa in streaming una conferenza stampa di presentazione delle  iniziative e della situazione in Bosnia Erzegovina, a cui parteciperanno giornalisti ed  esponenti di movimenti. Per maggiori info contattare retedirittipiacenza@gmail.com oppure visitare il portale  nazionale https://sconfini.net/

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche a Piacenza la campagna #rottabalcanica #stoprespingimenti

IlPiacenza è in caricamento