rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Attualità Castell'Arquato

Anche il Rotary di Fiorenzuola in visita alla mostra a Castello dedicata a Bruno Cassinari

Il Rotary Club Fiorenzuola d’Arda in visita culturale: soci ed amici, capitanati dalla Presidente Tiziana Meneghelli ,  hanno visitato la mostra “ Bruno Cassinari . Forma -Struttura- Colore”, ad una settimana esatta della chiusura. L’importante  iniziativa, infatti è stata aperta il 25 settembre.  L’evento,  nato da una idea di Giorgio Milani,  e fortemente voluto dal Comune di Castell’Arquato , è stato sostenuto da diversi  sponsor , tra questi il Rotary  Club di Fiorenzuola d’Arda.

Tiziana Meneghelli ha ottimamente orchestrato la visita che ha potuto contare sulla presenza del primo cittadino Giuseppe Bersani e dell’ Assessore alla Cultura Gilda Bojardi. Proprio Bojardi ha salutato i numerosi rotariani intervenuti, sottolineando la natura e l’importanza della mostra, la prima postuma dedicata  all’artista in territorio piacentino, dopo quella del 1983, organizzata dal Comune di Piacenza a Palazzo Farnese. Nel suggestivo sito che accoglie il cavallo bronzeo, Ivo Iori (curatore della mostra insieme a Giovanna, figlia dell’artista ) ha  dato inizio  ad una sapiente  introduzione, alla presenza, tra i tanti intervenuti  , del socio del Rotary Fiorenzuola Franco Spaggiari , che ha reso disponibili scultura ed opere di  grafica provenienti  dal suo MiM  (Museum in Motion)  , museo  ospitato dal Castello di San Pietro in Cerro. I rotariani hanno quindi dato inizio alla visita guidate alle due  sale ( una  dedicata ai dipinti ed una alla grafica) , accompagnati dalla responsabile dell’organizzazione della mostra Sandra Bozzarelli , che ha voluto  riservare  agli ospiti il privilegio di approfondire  le tematiche  con osservazioni “ di prima mano” , sia  attraverso il  commento alle opere , sia   attraverso  commenti  sulle  vicende relative alla messa in campo dell’importante iniziativa culturale. Nella sala dedicata ai dipinti i visitatori sono stati  guidati in  un “ viaggio”  tra due  dipinti  , i ritratti della madre , figura importantissima per l’artista , il primo del 1936  , l’ultimo del 1961. Durante il percorso  è stata sottolineata  l’originale  connubio  tra  neo cubismo  e  classicità . Cassinari ha trovato la sua più alta espressione di sintesi  nel periodo intercorrente tra gli anni  ‘40 e gli anni ’50  :   dal periodo  di “Corrente” (esperienza terminata nel 1943)  fino a quello del secondo dopoguerra .  La produzione  artistica di Cassinari  ha visto in tale  periodo l’avvicinamento ad un’arte che potesse in modo autonomo differenziarsi dalle due maggiori tendenze di quegli anni  (arte astratta versus arte figurativa), confluendo  nella   “sua” terza  via  , via che la mostra  “Forma - Struttura -Colore” mette appieno  in luce. Meneghelli  , al termine della visita  , ha voluto esprimere il ringraziamenti più sentiti  - ringraziamenti che tenevano conto del sentire comune  di tutti i partecipanti  - agli amministratori locali e ai curatori della mostra. La Presidente non ha mancato di rimarcare quanto l’ obiettivo dell’iniziativa vada  rinvenuto nella volontà di valorizzare  del  territorio ,   con le  sue peculiarità . Tutti i visitatori hanno  avuto modo di rappresentare il loro plauso  per la bellissima iniziativa. I rotariani hanno chiuso la giornata con un aperitivo all’Enoteca di Castell’Arquato .

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche il Rotary di Fiorenzuola in visita alla mostra a Castello dedicata a Bruno Cassinari

IlPiacenza è in caricamento