Attualità

Anche il vescovo in pellegrinaggio sulle orme di San Colombano

Dal 29 al 31 maggio tre giorni di cammino dal guado di Sigerico all’Abbazia di Bobbio

Il vescovo Adriano Cevolotto sarà pellegrino sulle strade che oltre 1400 anni fa percorse il monaco irlandese Colombano nella tappa finale del suo lungo cammino iniziato nel 591 da Bangor, nel nord dell’Irlanda, con 12 discepoli. Raggiunse il nostro appennino nel 614, passando per Gran Bretagna, Francia, Germania, Svizzera e Austria dove a Bobbio fondò la sua ultima abbazia: nella cripta della basilica sono custoditi i suoi resti mortali. 

Il percorso del vescovo inizierà a Soprarivo di Calendasco per puntare su Rottofreno-Agazzano e Pieve di Verdeto; poi Monteventano, Monticello fino a San Giorgio di Bobbiano. Da qui raggiungerà la Pietra Perduca, Mezzano Scotti e Bobbio, per un percorso complessivo di oltre 65 km. 

La notizia del pellegrinaggio è “affiorata” al Seminario vescovile di via Scalabrini nel corso della presentazione, su iniziativa promossa da il Nuovo Giornale, Uffici Beni culturali e Pellegrinaggi della diocesi e la cooperativa CoolTour, della guida tascabile “Il cammino di san Colombano”, di Caterina Barbuscia e Elena Beretta, pagine 116 edita da Terre di Mezzo, che a nostra volta presenteremo nei prossimi giorni nella rubrica “Libri piacentini”.

In dialogo con il direttore de “Il nuovo Giornale” don Davide Maloberti, hanno evidenziato le caratteristiche devozionali e personali del pellegrinaggio e illustrato la nuova guida - che percorre “330 km a piedi dalla Svizzera a Bobbio” - mons. Adriano Cevolotto, Monica Valeri, responsabile del progetto Circuito Cammini e Vie di pellegrinaggio della regione Emilia Romagna, Mauro Steffenini, presidente dell’associazione Amici di san Colombano per l’Europa e anima del lavoro che ha condotto alla realizzazione della Guida, l’architetto Manuel Ferrari, direttore dell’Ufficio diocesano Beni culturali ecclesiastici, e Valentina Corradi, avvocato e insegnante, che ha portato la sua esperienza di esperta camminatrice.

IN GIUGNO ALTRI CAMMINI DI FEDE

- Venerdì 24 giugno: ore 9,15 partenza a piedi dalla Pietra Perduca (Travo) e arrivo alle 16,00 a Bobbio.
Ore 10,30 Partenza a piedi da Mezzano Scotti e arrivo a Bobbio alle 13,30. Al termine delle camminate il rito di consegna ai pellegrini della Chartula sulla tomba di San Colombano.

-Sabato 25 giugno: 


TRE CAMMINI DI FEDE - TRE PERCORSI PER L’ANIMA:

Il Cammino di San Colombano, di San Benedetto e di San Marco.
Ore 9,15 Saluto di benvenuto del Sindaco di Bobbio, ore 9,30 Mons. Adriano Cevolotto, Vescovo di Piacenza-Bobbio: “Il Cammino di San Colombano, sulle orme del Peregrinus pro Christo"
Ore 10,15 di Donato Ogliari, Abate di Montecassino: "San Benedetto, un cammino nel cuore dell'Europa"
Ore 11 Mons. Guido Gallese, Vescovo di Alessandria: "A piedi e in barca seguendo il Po sul cammino di San Marco",
Ore 11,45 Conclusioni del dr. Mauro Steffenini, Segretario dell'Associazione Europea del Cammino di San Colombano.
Nel corso del Convegno Mons. Aldo Maggi, Vicario episcopale territoriale del Vicariato Bobbio-Alta Val Trebbia, Val d'Aveto e Oltre-Penice presenta il sussidio per il pellegrino.
Ore 12,30 Preghiera sulla tomba di San Colombano presieduta dal parroco Don Mario Poggi.
Nel pomeriggio possibilità di visite guidate alla Città di Bobbio, Borgo dei Borghi 2019.

Domenica 26 giugno: ore 8, dalla piazza di Coli partenza per l'Eremo di S. Michele. Alle 10 S. Messa all'Eremo e ritorno sulla piazza di Coli.

Per info e prenotazioni: IAT di Bobbio, tel. 0523/962815.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche il vescovo in pellegrinaggio sulle orme di San Colombano
IlPiacenza è in caricamento