Anpas, l'appello di Rebecchi: «Neo pensionati, venite a darci una mano»

Il bilancio delle attività di "Anpas" nel 2018: 33600 servizi ordinari e 15mila servizi di emergenza grazie all'impegno di 1700 volontari sul territorio. Nel 2019 grande attenzione a montagna e scuole

Nella sede Anpas il coordinatore provinciale Paolo Rebecchi, insieme a Michele Vignola e Maria Frino, ha comunicato i dati di sintesi dell’anno 2018 dell’organizzazione, che vanta 14 associazioni nella sola provincia di Piacenza. «Il 2018 è stato un anno particolarmente impegnativo: siamo stati ovviamente coinvolti in quelle che sono le nostre attività, abbiamo cambiato il nostro equilibrio più verso il welfare che verso le attività sanitarie - che comunque rimangono primarie - e abbiamo portato a termine i nostri compiti nel contesto della protezione civile. E’ stato un anno di soddisfazioni, con una partecipazione costante e una maggior vicinanza da parte della popolazione» - ha esordito Paolo Rebecchi. «I numeri sono importanti, distribuiti sulle 14 pubbliche assistenze del nostro territorio: abbiamo svolto oltre 33600 servizi ordinari e 15mila servizi di emergenza, grazie ad oltre 1700 volontari, senza dimenticare i nostri 35 dipendenti. Abbiamo alle spalle oltre un milione e 600 mila chilometri, svolti principalmente nella provincia di Piacenza ma anche in altre zone d’Italia per il trasporto dei pazienti».

Iniziative e programmi per il 2019? Le aree montane e il ritorno dei progetti nelle scuole. «Quest’anno sicuramente dovremmo sostenere maggiormente l’attività di soccorso e trasporto della montagna: abbiamo già iniziato un lavoro sull’area di Ferriere, ma cercheremo di sviluppare un supporto di rete a tutti i territori che ne hanno bisogno. Per quanto riguarda le scuole, riprenderemo alcuni progetti e cercheremo di fare una formazione massiva negli istituti scolastici, per sensibilizzare e per cercare di avvicinare i giovani al nostro mondo; oltre ai programmi formativi, vorremmo tornare a far salire i ragazzi sui mezzi con esercitazioni e prove pratiche», ha spiegato Rebecchi.

Infine, un appello anche ai pensionati: «Pare che il nuovo Governo porterà un bel numero di pensionati e noi lo speriamo, in quanto lavoriamo su tutte le fasce di età. L’obiettivo è quello di portare all’interno della nostra organizzazione quante più persone possibili anche per quanto riguarda l’implementazione dei volontari della protezione civile». Attualmente Anpas Piacenza vanta 60 ambulanze all'attivo, una decina di pulmini utilizzati per i trasferimenti sociali, 13 auto di trasporto/soccorso sanitario e una ventina di mezzi extra impiegati per attività operative e di protezione civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento