Apprendistato di primo livello: imparare lavorando

All'Isii Marconi un'opportunità per giovani e imprese sull’innovativa forma di alleanze scuola-azienda rappresentata dall’apprendistato di primo livello

Mercoledì 5 giugno alle 15, all’ISII Marconi, si svolgerà un seminario sull’innovativa forma di alleanze scuola-azienda rappresentata dall’apprendistato di primo livello. Promosso dallo stesso Istituto piacentino insieme a Confindustria Piacenza, l’iniziativa ha lo scopo di far conoscere alle imprese le opportunità rappresentate da questo “apprendistato per il conseguimento di un titolo di studio”. La relazione fondamentale sarà affidata a Emmanuele Massagli, giuslavorista  e direttore di Adapt, l’agenzia per il lavoro fondata da Marco Biagi. Sarà dato spazio alla narrazione dell’esperienza avviata quest’anno con i primi 13 apprendisti collocati presso aziende piacentine. Introdurranno i lavori Marco Livelli per Confindustria e Mauro Monti per l’ISII.

Segue una breve sintesi dell’esperienza in atto.

E’ partita a dicembre presso l’ISII Marconi un innovativo percorso di apprendistato cosiddetto “di primo livello” che coinvolge  13 studenti della 4A e 4B IPSIA. Gli studenti dell’indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica” sono stati assunti da aziende del nostro territorio come apprendisti, ma potranno continuare a frequentare la scuola per 700 ore l’anno fino al raggiungimento della maturità. Le 300 ore che mancano al normale orario scolastico saranno erogate direttamente dall’azienda come formazione interna al luogo di lavoro. Altre 700/1000 ore annue (secondo i diversi contratti) saranno di vero e proprio lavoro con conseguente retribuzione sempre secondo i parametri contrattuali.

Si tratta di una specie di “super-alternanza scuola-lavoro” dove le aziende hanno la possibilità di anticipare la conoscenza e personalizzare la formazione di eventuali futuri dipendenti e i ragazzi possono prepararsi alla maturità maturando al tempo stesso una anzianità di esperienza lavorativa e guadagnando i loro primi stipendi. 

L’ISII Marconi ha già sperimentato quattro anni fa il modello dell’apprendistato a scuola che allora era promosso da ENEL e aveva riguardato una intera classe di periti elettrotecnici. Questa volta la sperimentazione, attiva in quattro scuole in Regione (oltre a Piacenza, Fidenza, Fornovo e Imola), tocca il professionale e aspira a diventare una offerta formativa stabile dell’Istituto. L’idea infatti è quella di procedere ogni anno, con le aziende che si renderanno disponibili, a proporre percorsi di apprendistato a scuola. 

Durante la fase di avvio abbiamo verificato che c’è molto interesse delle aziende per questi percorsi, vista la “fame” sul territorio di profili come quello di manutentore a cui gli apprendisti si formano. Ma c’è interesse anche da parte degli allievi che gradiscono una formazione capace di ridurre gli elementi di comunicazione teorica all’essenziale potenziando gli apprendimenti in azione. E l’interesse è vivo anche da parte della scuola che ha deciso di raccogliere una impegnativa sfida didattica perché crede a un futuro per  l’istruzione professionale, a condizione che sappia unire  la dimensione pratico-operativa che la deve caratterizzare, con la completezza formazione di personalità  umanamente mature e tecnicamente competenti. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbalzato dall’auto che si ribalta nel campo, muore un 51enne

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Presidente del Vigolo aggredito a bastonate e rapinato, è grave

  • Investito da una fiammata, gravissimo

  • Rapinato e picchiato sotto casa

Torna su
IlPiacenza è in caricamento