Aree verdi urbane incolte, obbligo di tre sfalci periodici: l'ordinanza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

I titolari e i conduttori di aree verdi urbane incolte, nel territorio del Comune di Gragnano, dovranno provvedere a 3 sfalci periodici, rispettivamente entro il 15 aprile, entro il 15 giugno e entro il 15 agosto di ogni anno, a partire dal 2018 sino a revoca. Lo prescrive un’ordinanza del sindaco che, in questo modo intende evitare la necessità di ricorrere ripetutamente all’adozione di singole ordinanze, con dispendio di energia e tempo del già ridotto personale comunale.  Il provvedimento è indirizzato ai conduttori di aree verdi urbane incolte, di aree verdi industriali dismesse, ai responsabili di cantieri edili attivi e non, nonché ai proprietari di aree o porzioni di territorio con possibile presenza di vegetazione infestante, causa di degrado e pregiudizio al decoro dei centri abitati ma anche possibile pericolo per la situazione igienico-sanitaria e per possibili incendi.  L’inosservanza comporterà, fatte salve le norme penali e la sanzione accessoria del  ripristino dello stato dei luoghi, l’applicazione di sanzioni amministrative da 25 a 500 euro. Oltre agli sfalci, sulle modalità di  regolare tenuta delle aree si rimanda a quanto previsto dall’art. 25 del Regolamento Comunale di Polizia Urbana vigente e pubblicato sul sito del Comune.

  

Torna su
IlPiacenza è in caricamento