rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Le novità / Vallera

Sezioni d’asilo a Borghetto e Vallera, tutti garantiti i posti di Astamblam e Girasole (chiusi per lavori)

Aumentano i posti per i lattanti nel "sistema" cittadino. Sabato 13 l'open day per le famiglie. Parte la sperimentazione di un asilo pomeridiano fino alle ore 20. L'assessore Corvi fa il punto della situazione

Novità importanti, a partire dall'anno educativo 2023-2024, per l'offerta rivolta alle famiglie dalle strutture del sistema integrato che accoglie, a Piacenza, la fascia d'età 0-6, costituito dai nidi d'infanzia comunali e convenzionati cui si aggiunge, per i bambini di età compresa tra 1 e 6 anni, il Servizio Edugate. A illustrare i dettagli, affiancata dalla sindaca Katia Tarasconi, dai colleghi di Giunta Matteo Bongiorni e Adriana Fantini, dal dirigente dei Servizi Educativi Luigi Squeri e dallo staff del coordinamento pedagogico comunale, l'assessora alle Politiche per l'Infanzia Nicoletta Corvi, che ha messo in evidenza «la volontà forte dell'Amministrazione comunale di costruire, insieme a una pluralità di attori del territorio, una solida rete, capace di dare risposte particolarmente attese alle esigenze dei nuclei familiari. Questo non solo in termini numerici, ma riscontrando le sensibilità che in questi anni sono state più frequentemente manifestate dai genitori».

Se la disponibilità complessiva di posti era già cresciuta, per il 2022-2023, di 26 unità, arrivando a quota 615 dai 589 dell'anno precedente, «per l'anno educativo che inizierà in settembre siamo riusciti a garantire – spiega l'assessora Corvi – il mantenimento dell'offerta, con un totale di 616 bambini che potranno essere accolti e attenzione, innanzitutto, alla fascia dei lattanti per i quali si passa dagli 81 posti dell'anno scorsi ai 93 attuali. Un risultato che mi preme sottolineare, sia perché riflette un'esigenza prioritaria del nostro tessuto sociale, sia perché siamo riusciti a conseguirlo nonostante la temporanea chiusura di due storiche sedi – il Girasole di via Sarmato (presso il quale è situato anche il nido part-time Il giardino di Alice) e l'Astamblam di via Guarnaschelli – che dall'estate saranno oggetto di un consistente intervento di riqualificazione, di durate biennale, finanziato con i fondi del Pnrr».

Di qui la necessità di ricollocare oltre un centinaio di bambini frequentanti le due strutture. «Una sfida impegnativa – rimarca Nicoletta Corvi – che abbiamo voluto affrontare non solo con l'obiettivo di individuare le sedi sostitutive, ma anche come occasione per ampliare l'offerta sul territorio, distribuendo in modo più capillare i servizi dal centro verso le zone più periferiche e le frazioni. Questo ci ha consentito, grazie alla preziosa collaborazione con il 2° e l'8°Circolo didattico, la Diocesi, la parrocchia di Nostra Signora di Lourdes e il Polo per l'Infanzia Mirra, di attivare ben quattro nuovi spazi destinati alla fascia 0-3: presso i poli educativi di Vallera e Borghetto, avviando così il percorso del nido in zone in cui non era precedentemente attivo, nonché trovando ospitalità presso le scuole dell'infanzia Nostra Signora di Lourdes e Mirra».

Proprio presso il Polo per l'infanzia Mirra aprirà una nuova sezione da 15 lattanti, mentre a Borghetto verranno accolti 14 bambini tra sezioni di piccoli e grandi e altri 12 – delle stesse due fasce d'età – frequenteranno la nuova sede di Vallera. Dodici i nuovi posti di fascia 1-6 anni con l'apertura della terza sezione presso il Servizio Edugate.

UN ASILO POMERIDIANO PER CHI HA I TURNI

Il Polo per l'infanzia di Nostra Signora di Lourdes accoglierà 24 bambini – tra piccoli e grandi – provenienti dal nido Astamblam, che proseguiranno il loro percorso in continuità sia per quanto riguarda la composizione delle sezioni, sia per le educatrici di riferimento. Lo stesso varrà per i 27 bambini, tra lattanti e piccoli, che dal nido Girasole si sposteranno al Pettirosso della Besurica, dove troverà spazio anche il nido part-time “Il giardino di Alice” che era operativo presso la struttura di via Sarmato, con i 6 bambini che proseguiranno in continuità e i futuri iscritti che potranno

aggiungersi. Anche in questo caso, l'Amministrazione annuncia un nuovo progetto. «Per venire incontro alle esigenze dei genitori che hanno un orario di lavoro distribuito su turni, in via sperimentale il servizio part-time del Giardino di Alice si sdoppierà aggiungendo, alla possibilità di frequenza solo mattutina, l'opzione del solo pomeriggio (dalle 14 alle 20, compresa la cena) con l'opportunità anche di modulare gli orari in base agli impegni professionali di mamme e papà».

«Anche grazie all'ampliamento delle sedi – aggiunge l'assessora Corvi – l'offerta educativa per la prima infanzia assume una connotazione sempre più flessibile, che permette di valorizzare le attività all'aperto e di sperimentare progetti innovativi. I Servizi Educativi e rivolti alle famiglie non possono che crescere attraverso l'ascolto del territorio e della comunità, modulandosi sui bisogni che esprime ed estendendosi, in tutti i quartieri, per dare un sostegno efficace alla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro».

OPEN DAY, PER CONOSCERE DA VICINO LE STRUTTURE

Appuntamento sabato 13 maggio, dalle 9.30 alle 18.30, con il tradizionale Open Day dei nidi comunali e convenzionati – incluso il servizo sperimentale Edugate – in vista dell'imminente apertura delle iscrizioni per l'anno educativo 2023-2024.

L'accesso alle strutture sarà libero per l'intera giornata, ma è consigliata la prenotazione per fruire al meglio della visita e della disponibilità degli operatori che accoglieranno le famiglie interessate.

Per le strutture comunali – Arcobaleno, Girotondo e Pettirosso, oltre al Servizio Edugate – occorre telefonare allo 0523-492509, dal lunedì al venerdì dalle 8.45 alle 13, il lunedì e il giovedì anche dalle 15.30 alle 17.30. Non sarà possibile visitare, data l'imminente chiusura per ristrutturazione, né i nidi Girasole e Astamblam, né le nuove sedi di Borghetto, Vallera e Nostra Signora di Lourdes, dove devono ancora completarsi i necessari lavori di adeguamento e preparazione.

Sulla pagina web dei Servizi Educativi del sito www.comune.piacenza.it saranno rese disponibili immagini e video di visite virtuali alle strutture.

Per quanto riguarda i nidi convenzionati, è necessario contattare le singole sedi ai rispettivi recapiti:

• Nido Affa la Giraffa - 0523 756677 (chiedere di Betty)

• Nido Casa Morgana e Nido Casa Turchina – 0523 315810 – 349 0027683

• Nido del Facsal – 334 2769524

• Nido Giardino dei Colori – 0523 575501

• Nido Lilliput - 334 6878076

• Nido l'Oasi di via Ottolenghi – 370 3289854

• Nido Marco Polo - 0523 1613089

• Nido Mirra - 0523 490996

• Nido S.Eufemia - 345 0142068

• Piccolo Gruppo Educativo “Il piccolo nido” - 329 6471639

Con successivo avviso saranno resi noti i dettagli sui termini e le modalità di iscrizione.

3-51

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sezioni d’asilo a Borghetto e Vallera, tutti garantiti i posti di Astamblam e Girasole (chiusi per lavori)

IlPiacenza è in caricamento