Associazione europea delle Vie Francigene: «I fondi Erasmus consentiranno la formazione di cento neodiplomati italiani in Francia, Regno Unito e Spagna»

Il progetto prevede 62 giorni di mobilità per cento diplomati italiani nei settori del turismo, del marketing e dei sistemi informativi aziendali, residenti lungo la Via Francigena, dal Nord Italia fino a Santa Maria di Leuca, in Puglia

L'incontro

Per la seconda volta consecutiva, l’Associazione europea delle Vie Francigene, riceve i fondi Erasmus che consentiranno la formazione di cento giovani neodiplomati italiani in Francia, Regno Unito e Spagna. Questo è emerso nel corso di una conferenza stampa tenutasi stamani al Salone Pierluigi di Palazzo Farnese, presenti l’assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi, il presidente dell’Associazione europea delle vie Francigene Massimo Tedeschi e Luca Bruschi, direttore dell’Associazione.

Il progetto prevede 62 giorni di mobilità per cento diplomati italiani nei settori del turismo, del marketing e dei sistemi informativi aziendali, residenti lungo la Via Francigena, dal Nord Italia fino a Santa Maria di Leuca, in Puglia. Gli studenti avranno l’opportunità di viaggiare in Francia (40), nel Regno Unito (20) e in Spagna (40). Hanno già aderito nel Piacentino l’istituto Volta di Castelsangiovanni, mentre hanno fatto richiesta di adesione gli istituti tecnici Romagnosi, Casali e Marcora di Piacenza.

Per la realizzazione del progetto, l’Associazione europea delle vie Francigene ha istituito una specifica commissione nazionale composta da istituti di istruzione superiore, autorità locali e regionali e associazioni di promozione turistica. «Il progetto – hanno detto i presenti – mira a rispondere alle nuove tendenze del turismo internazionale (turismo esperienziale e sostenibile) e a promuovere lo sviluppo di specifiche competenze professionali nel settore pertinente». Hanno aggiunto: «Garantisce lo sviluppo economico delle aree interessate dal transito della Via Francigena, per valorizzare le comunità locali e in questo senso Piacenza ne è il baricentro, unite da un’identità culturale europea espressa proprio dalla Via Francigena, in questi tempi di ripresa del turismo dopo l'emergenza sanitaria».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I giovani partecipanti avranno opportunità di effettuare tirocini presso aziende europee nei settori del turismo, grazie a una borsa di studio che coprirà il loro collocamento, le spese, la logistica e il supporto informativo. Forrest, è questo il nome del progetto, inizierà a ottobre 2020 e durerà fino a settembre 2022.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento