rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Il taglio del nastro

Diabetologia e Geriatria a piazzale Milano nella “Casa della comunità”

La struttura Ausl si “trasforma”. Già da qualche mese ospita i due reparti, inaugurati ufficialmente oggi. Oltre ottomila i piacentini diabetici in cura qui e sul territorio

La Casa della Salute di piazzale Milano si sta trasformando, passo dopo passo, nella prima “Casa della Comunità” di Piacenza. Questo perché, da qualche mese, alcuni reparti, come Diabetologia e Geriatria”, hanno trovato qui la propria sede, spostandosi dall’ospedale.

«Diabetologia e Geriatria – ha detto la direttrice generale Ausl, Paola Bardasi - rappresentano il cuore di quella che viene chiamata la nuova casa della comunità. A Piacenza abbiamo un’anticipazione rispetto al resto della Regione, già pioniera della costruzione di comunità per salute dal 2010 in poi. Qui il salto è più evidente. Si passa da un luogo in cui si erogano prestazioni sanitarie ad un luogo dove i cittadini si sentono parte di qualcosa. Anche i volontari possono venire a dare una mano nei due reparti». Se quella di piazzale Milano è la prima casa della comunità di Piacenza, quella ancora da costruire (con i fondi del Pnrr) nell’ex clinica Belvedere sarà la seconda.

Su piazzale Milano per l’Ausl e il Comune è stato risolto il tema dei parcheggi: davanti alla struttura sono stati predisposti alcuni posti auto a disposizione dei pazienti in cura. Un altro dei problemi del trasferimento è stato eliminato del tutto: i pazienti diabetici temevano di dover fare la spola con la farmacia dell’ospedale. Il presidio farmacologico è stato trasferito nella sede di piazzale Milano.

Sono 8mila e 200 i piacentini diabetici cronici in cura presso il reparto di Diabetologia, 5mila di questi residenti in città. «Siamo orgogliosi della nostra nuova sede», ha detto Maurizio Bianco, responsabile del reparto, che si trova al primo piano del Blocco C.

Geriatria, invece, è al terzo piano della struttura ed è guidato da Pasquale Salvatore Turano. «Ora abbiamo servizi  centralizzati e allargati. E c'è un centro di ascolto per i familiari. Qui i disabili riescono più facilmente a raggiungerci i disabili, mentre quelli più in difficoltà li visitiamo a domicilio».

Il sindaco Katia Tarasconi ha ringraziato l’Ausl e le due equipe e ricordato il «lungo percorso per risolvere il tema parcheggi». «Donini e la Regione non mancano mai, ci sono sempre vicini. Non è un momento semplice per la sanità, qua però inauguriamo servizi nuovi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diabetologia e Geriatria a piazzale Milano nella “Casa della comunità”

IlPiacenza è in caricamento