Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità

Avis in festa, il campione di atletica Andrea Dallavalle testimonial locale

Dopo il rinvio dell’edizione 2020 a causa del Covid, l’Italia ha ospitato l’evento mondiale. A Piacenza, la ricorrenza del 14 giugno è stata celebrata da Avis con due iniziative di rilievo. Al Parco della Galleana con i piccoli della Scuola Dante e presso la sede Provinciale con lo sportivo piacentino Andrea Dallavalle in veste di testimonial Avis

Sono due le iniziative messe in campo da Avis per festeggiare il 14 giugno, Giornata Mondiale del Donatore di Sangue promossa a livello internazionale dall’Organizzazione Mondiale della Sanità con lo slogan “Give blood and keep the world beating”. Una ricorrenza che acquista un significato particolare in tempi di pandemia. Nonostante l’emergenza sanitaria, donatori e volontari non si sono mai fermati, mettendo la salute collettiva al primo posto. Nell’anno 2020, Avis Provinciale ha confermato l’autosufficienza locale di emocomponenti con l’entrata di 708 nuovi soci per un totale di 9.153 iscritti sul territorio. 

Con questi numeri Piacenza e Provincia si è presentata all’appuntamento.  Una giornata ricca di eventi Avis in presenza e online lanciati in tutta Italia e ritrasmessi sulle pagine social dell’Associazione con gli hashtag “Avis in a day”, “Avis fil rouge” e “Insieme per lo sport".

Al centro della giornata piacentina, la visita in sede di Avis Provinciale dell’atleta 21enne Andrea Dallavalle, testimonial Avis e fresco di qualifica per le prossime Olimpiadi. Il triplista piacentino delle Fiamme Gialle e dell’Atletica Piacenza, impegnato ai campionati italiani Under 20 e Under 23 di Grosseto, ha infatti staccato il pass per le Olimpiadi di Tokyo, realizzando un salto da ben 17 metri e 35 (il minimo per le qualificazioni a cinque cerchi è fissato a 17,14). «Sono orgoglioso di rappresentare Avis in questa giornata così importante – ha commentato il giovane campione -.  Porterò alle Olimpiadi la forza e la determinazione dei donatori, di chi si mette in gioco per aiutare il prossimo». 

Ad accompagnare il campione, il delegato provinciale del Coni Robert Gionelli: «In questa giornata di festa, confermiamo un sodalizio fra Coni e Avis che dura dal 2013.  La nostra intenzione è quella di ribadire i valori morali comuni di altruismo e solidarietà che caratterizzano le nostre realtà e favorire la donazione fra le nuove generazioni attraverso lo sport».

Entusiasta il presidente di Avis Provinciale Piacenza, Gilberto Piroli, che ha ringraziato i donatori e sottolineato il rapporto profondo che lega Avis e Coni: «E’ più di una collaborazione, è una condivisione di principi e ideali».

Per l’occasione, Avis ha anche confezionato un video “ad hoc”, diffuso nella mattinata sui canali nazionali e regionali dell’Associazione. Protagonisti del filmato: i volti dei donatori stranieri residenti a Piacenza, e iscritti all’Avis, che nella loro lingua natale hanno scandito il motto scelto per l’edizione 2021 della Giornata Mondiale del Donatore di Sangue.  

Sempre nel corso della giornata del 14 giugno, presso il parco della Galleana, l’Avis Comunale ha organizzato “Dona un sorriso”, evento in presenza con la partecipazione degli alunni della Scuola dell’infanzia Dante. Sin dal mattino, il parco della città si è riempito di colori, musica, canti, balli e tanta allegria. «Parlare di dono, gratuità e di generosità a bambini di 4 e 5 anni è un'esperienza gratificante – ha raccontato il Presidente di Avis Piacenza Giovanni Villa -. Ringrazio le insegnanti per il loro impegno e passione nel trasmettere la cultura del dono”. La Dirigente Scolastica, Dott.ssa Monica Caiazzo, ha infine evidenziato il valore didattico della collaborazione tra scuola e Avis “fondamentale per la crescita dell’intelligenza emotiva dei nostri bambini».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avis in festa, il campione di atletica Andrea Dallavalle testimonial locale

IlPiacenza è in caricamento