menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bettola avrà il suo muraglione di protezione dal Nure

Finanziata con 350mila euro la nuova protezione, dopo le lesioni dell’alluvione 2015. Marenghi (Provincia) e Negri (sindaco Bettola): «La frana di Pergalla non si è più mossa, possiamo pensare in futuro a sistemare il tracciato»

Due buone notizie per Bettola. Il “muraglione” chiesto da anni dal Comune è stato finanziato e si sta procedendo all’assegnazione dei lavori, e la frana di Pergalla è ferma. Si tratta di due situazioni delicate causate dal maltempo che potrebbero così trovare una soluzione in tempi brevi.

«Il muraglione – spiega il sindaco Paolo Negri - è una delle opere più importanti per la salvaguardia del territorio del capoluogo Bettola. Serve per proteggere la parte di San Giovanni del paese, la piazza Colombo e le abitazioni e i negozi di quest’area. Il muro che separa il Nure dall’abitato era stato lesionato dall’alluvione del 2015, purtroppo non c’è stata la possibilità di fare l’intervento all’epoca». Ma a distanza di cinque anni, si sta arrivando al dunque e in caso di piena impedirebbe all'acqua del torrente di invadere la piazza. «La proposta – prosegue Negri - già avanzata dalla precedente Amministrazione, è stata portata avanti dalla mia Giunta. Siamo finalmente riusciti ad avere il finanziamento dall’ufficio regionale difesa del suolo nella persona dell’ingegner Francesco Capuano. Nelle scorse ore abbiamo aperto le buste per l’affidamento dei lavori del cantiere. Fra poche ore sapremo il nome della ditta che si occuperà dell’opera. Il finanziamento è da 350mila euro». L’Amministrazione conta di partire con i lavori nel giro di poco tempo, in modo da avere finalmente la sua protezione.

Altra situazione viabilistica delicata all’interno della territorio comunale bettolese è la frana di Pergalla. Nei giorni di Pasqua del 2016 la strada provinciale 15 per Prato Barbieri fu vittima di una importante frana che devastò la sua percorribilità. Il movimento franoso durò a lungo e impedì un intervento celere. «Non si è più mossa – spiega il sindaco Negri - dall’ultimo intervento, un’asfaltatura, di due anni fa. L’asfaltatura ha seguito il percorso della strada, non ci sono stati problemi, bene così».

«Il monitoraggio da parte della Regione – ha aggiunto l’ingegner Davide Marenghi, dirigente responsabile del Servizio Viabilità della Provincia di Piacenza - è proseguito, fortunatamente segnalazioni di movimenti franosi in quell’area non se ne sono più verificati. Se si stabilizza, potremmo migliorare il tracciato e rendere più agevole la percorribilità. Ma la frana non ha avuto più alcun movimento. Nel giro di qualche anno procederemo per una sistemazione definitiva».

frana Bettola-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento