Biblioteche comunali, orari e chiusure nel mese di agosto

Tutte le informazioni utili

Chiusura estiva, da mercoledì 1 a sabato 18 agosto compresi, per la Biblioteca Passerini Landi, che riaprirà al pubblico lunedì 20 mantenendo, sino al 31 agosto, l’attività pomeridiana del lunedì dalle 14 alle 19, il funzionamento mattutino dalle 9 alle 13 il martedì, mercoledì, venerdì e sabato, nonché l’apertura con orario continuato il giovedì dalle 9 alle 19 (in vigore anche domani, martedì 31 luglio).

La sezione Ragazzi “Giana Anguissola” chiuderà al pubblico da lunedì 6 a sabato 18 agosto, mese in cui osserverà i seguenti orari: martedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 9 alle 12.30, giovedì dalle 9 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30. Dal 1° al 15 settembre, gli orari saranno invece quelli attualmente in vigore: dal martedì al venerdì, dalle 9 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30, il venerdì e sabato dalle 9 alle 12.30.

Chiusura estiva per la sede decentrata di viale Dante da sabato 4 a sabato 18 agosto, senza variazioni, alla riapertura, rispetto all’orario di luglio: lunedì, martedì, mercoledì e sabato dalle 9 alle 13, giovedì e venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19. Anche la sede della Farnesiana, che resterà chiusa dal 15 agosto al 1° settembre compresi, continuerà fino a martedì 14 a osservare l’orario estivo in vigore: lunedì, martedì e mercoledì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, giovedì e venerdì dalle 9 alle 13.  Attività ferma, nel mese di agosto, per il Punto Prestito della Besurica, che riprenderà il servizio martedì 4 settembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento