Giovedì, 23 Settembre 2021
Attualità Bobbio

Bobbio Film Festival all’insegna della Palma d’Oro alla carriera a Marco Bellocchio

Bobbio Film Festival si parte: per otto serate, dal 21 al 28 agosto, si terrà, al chiostro dell’abbazia di San Colombano, la 24esima edizione dell'importante evento

Da sinistra: Pedrazzini, Reggi e Pasquali

Bobbio Film Festival si parte: per otto serate, dal 21 al 28 agosto, si terrà, al chiostro dell’abbazia di San Colombano, la 24° edizione (lo scorso anno non si è svolta causa Covid) di Bobbio Film Festival, otto serate dedicate al cinema d’autore, un evento di alto profilo per la sua offerta culturale, nel corso della quale, oltre alle proiezioni delle pellicole in programma, si svolgerà l’incontro-confronto del pubblico con i registi e gli attori.

Ma non solo: vi si terranno anche i corsi estivi di Alta Formazione Cinematografica di “Fondazione Fare Cinema”: il “Seminario residenziale di critica cinematografica” curato da Anton Giulio Mancino (insieme ad Alberto Crespi, Stefano Francia di Celle, Enrico Magrelli, Cristiana Paternò), una occasione formativa unica per gli studenti che compongono la giuria del Festival; lo storico corso di regia “Fare Cinema”, è stato affidato per l’edizione 2021 a Giorgio Diritti. Bobbio si animerà così di artisti,critici cinematografici, addetti ai lavori, appassionati, stagisti che renderanno più interessante il momento caratterizzante del Festival.

Il Festival pur mantenendo intatta la sua prima vocazione e la sua autenticità, si rinnova e si impreziosisce grazie alla progettualità artistica della Fondazione Fare Cinema, alla sinergia del Comune di Bobbio e al sostegno di Ministero dei Beni Culturali, Regione Emilia Romagna, Fondazione di Piacenza e Vigevano, presso la cui sede, nel Salone d'Onore di Palazzo Rota Pisaroni, è stato presentato l’evento alla presenza del Presidente Roberto Reggi, del sindaco di Bobbio Sandro Pasquali e della Direttrice della Fondazione “Fare Cinema” presieduta da Marco Bellocchio che cura la progettazione artistica e culturale del Festival, Paola Pedrazzini.
Reggi ha ricordato il prestigioso riconoscimento alla carriera del maestro Bellocchio e la qualità di una rassegna “storica” che la Fondazione sostiene convintamente “perché Bellocchio è riferimento identitario  per la comunità piacentina laboriosa e creativa”. Un pressante invito dal sindaco di Bobbio a prenotare tempestivamente i biglietti sia on-line, che presso il Comune perché i posti “saranno contingentati; io stesso- ha detto- sarò al controllo, perché dobbiamo tutelare una grande manifestazione di otto giorni per goderci i film ed ascoltare registi ed attori”.

Paola Pedrazzini ha poi presentato il programma caratterizzato da film di elevato spessore culturale dove si toccano temi importanti; si aprirà con “Marx può aspettare”, del presidente Bellocchio, film che ha ricevuto un grande riconoscimento a Cannes. Bellocchio è sempre rimasto legato alla sua famiglia e al suo territorio. “L’elemento biografico- ha chiarito- sarà un elemento caratterizzante di gran parte dei film che verranno proiettati, a cui si aggiungerà anche il rapporto tra uomo e società, indagato in particolar modo nei film “Favolacce” e la “Terra dei figli”.

Il programma

L’apertura di sabato 21 agosto sarà con l’ultimo film di Marco Bellocchio con “Marx può aspettare” – regia di Marco Bellocchio, ospite della serata: Marco Bellocchio.

Domenica 22 agosto, ore 21.15 “Miss Marx” – regia di Susanna Nicchiarelli, ospite della serata: Susanna Nicchiarelli

Lunedì 23: agosto, ore 21.15 “Figli” – regia di Giuseppe Bonito, ospiti della serata: Valerio Mastandrea e Francesca Torre, moglie di Mattia Torre.

Martedì 24 agosto, ore 21.15 “La terra dei figli” – regia di Claudio Cupellini, ospite della serata: Valerio Mastandrea.

Mercoledì 25 agosto, ore 21.15 “Favolacce” – regia di Damiano e Fabio D’Innocenzo, ospiti della serata: Damiano e Fabio D’Innocenzo.

Giovedì 26 agosto, ore 21.15 “Il cattivo poeta – regia di Gianluca Iodice, ospite della serata: Gianluca Iodice.

Venerdì 27 agosto, ore 21.15 “Hammamet” – regia di Gianni Amelio, ospite della serata: Gianni Amelio.

Sabato 28 agosto, ore 21.15 Serata “Fare Cinema” e Cerimonia di Premiazione finale. Proiezione di “Se posso permettermi” regia di Marco Bellocchio; “Passatempo” regia di Gianni Amelio; “Zombie” regia di Giorgio Diritti.

INFO BIGLIETTI ED ACCESSO AGLI EVENTI – La biglietteria del festival è gestita direttamente dal Comune di Bobbio. I biglietti possono essere acquistati a partire dall’11 agosto:  – Online su www.ticketnow.it nella sezione Bobbio Film Festival, accessibile anche dal sito di Fondazione Fare Cinema nella sezione Bobbio Film Festival; – A Bobbio presso l’ufficio affari generali del Comune di Bobbio (al primo piano del Palazzo del Comune in piazzetta Santa Chiara a Bobbio) dal lunedì al sabato dalle ore 8:30 alle ore 13:30 e anche, nelle serate del festival, direttamente all’ingresso del chiostro di San Colombano (in piazza Santa Fara) dalle ore 20:00 alle ore 21:15. Per info sull’acquisto dei biglietti: tel 0523962806; mail turismo@comune.bobbio.pc.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bobbio Film Festival all’insegna della Palma d’Oro alla carriera a Marco Bellocchio

IlPiacenza è in caricamento