Giovedì, 28 Ottobre 2021
Attualità Calendasco

Bonina Nuova, mezzo chilometro di nuovi tubi per una rete idrica più efficiente

Partito il cantiere finanziato da Ireti con 150mila euro. Il sindaco di Calendasco, Filippo Zangrandi: «Una risposta rapida e risolutiva alle necessità segnalate dai cittadini nel mese di luglio, negli incontri di ascolto delle necessità delle frazioni»

Mezzo chilometro di nuovi tubi dell'acqua e un cantiere da 150 mila euro per risolvere definitivamente le criticità del servizio idrico alla Bonina Nuova, causate dalle frequenti rotture della rete e dalle conseguenti interruzioni nell'erogazione dell'acqua potabile.

È il cantiere partito in questi giorni nella frazione del comune di Calendasco. L'annuncio dei lavori, svolti e finanziati da Ireti, è arrivato dal sindaco Filippo Zangrandi nel corso della cena di quartiere organizzata ogni anno dai residenti della zona per salutare la fine dell'estate. Un appuntamento “sotto le stelle" andato in scena nei giardinetti di via Pascoli. Nei giorni scorsi si è quindi tenuto un affollato incontro in Municipio con l'intervento del responsabile di Ireti Stefano Mussi per illustrare nel dettaglio il programma delle opere. «Grazie al lavoro svolto nel corso dell'estate, in tempi molto celeri e per nulla scontati parte un cantiere che darà la risposta risolutiva alle richieste formulate dai cittadini nell'incontro di ascolto della popolazione convocato dall'amministrazione nel mese di luglio», ha affermato il primo cittadino. «Ringrazio Atersir e Ireti che hanno predisposto un intervento in tempi rapidi, raccogliendo le segnalazioni subito formulate dal comune». 

Le opere, partite in questi giorni, dureranno per circa due mesi e prevedono il rifacimento della rete lungo via Pascoli e via Carducci, oltre alla realizzazione di nuovi allacci per tutte le abitazioni private. Su richiesta del comune, sarà predisposto il collegamento della rete idrica nei giardinetti pubblici, in vista della futura attivazione di una fontanella dell'acqua. Verrà anche posizionato un idrante in funzione antincendio, perché ad oggi il centro abitato ne è sprovvisto.  

«Ulteriori interventi di questa natura saranno avviati entro la prossima primavera in altre aree del territorio caratterizzate da particolare precarietà delle tubazioni», ha concluso Zangrandi. «Permetteranno un deciso miglioramento di un servizio fondamentale come quello idrico».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonina Nuova, mezzo chilometro di nuovi tubi per una rete idrica più efficiente

IlPiacenza è in caricamento