menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio. Sotto Bricconi e Arfani

Foto di repertorio. Sotto Bricconi e Arfani

Buoni spesa, «i soldi del Governo non bastano»: raccolte fondi dei Comuni di Cadeo e Carpaneto

A Cadeo in pochi giorni raccolti più di 10mila euro. Nel Comune della Valchero attivato l'iter di raccolta di domande per l'accesso al contributo

0 Marco Bricconi-2Un conto corrente straordinario a favore delle famiglie bisognose, alimentato dalla solidarietà dei cittadini. È quello che sta avvenendo a Cadeo e a Carpaneto. Nel primo caso "Il Comune si è fatto carico della distribuzione dei Buoni Spesa - racconta Marco Bricconi, sindaco di Cadeo - ma i 32mila euro stanziati dal Governo non sono sufficienti a coprire l'intero bisogno". Così è nata l'idea di aprire un conto corrente, per auto sostenere la comunità, come sottolinea il primo cittadino: "E' un conto acceso presso la Banca di Piacenza, intestato al Comune ed esclusivamente dedicato a questa emergenza, dove è possibile fare donazioni che vengono convertite interamente in buoni spesa". La raccolta fondi è realizzata nella piena trasparenza: viene reso pubblico il resoconto delle donazioni e del loro utilizzo, in primis attraverso gli aggiornamenti quotidiani che sono diffusi in questa emergenza attraverso i social.  Al 28 aprile sono stati raccolti ben 10.860 euro. "Il primo versamento di solidarietà è stato effettuato dalla Banca di Piacenza stessa, in segno di plauso all'iniziativa realizzata dalla nostra Amministrazione - conclude Bricconi -. L'Istituto Bancario, per agevolare le donazioni, ha disposto la gratuità pressi i propri Sportelli dei bonifici  realizzati a favore di questa causa". Per dare una mano basta effettuare anche una piccola cifra  - detraibile fiscalmente -sul c/c - acceso presso BANCA DI PIACENZA che ha il seguente codice IBAN: IT48 Y051 5665 210C C028 0018 213.

Andrea Arfani-2Così si sta muovendo anche Carpaneto: “Fino a che non arriveranno aiuti veri e concreti da fuori, dobbiamo farcela tra di noi, per come possiamo” – spiega il sindaco Andrea Arfani. Per questo è stato attivato un Conto corrente, dove generosissimi donatori hanno versato e stanno versando contributi (per chi volesse darci una mano IBAN: IT72C0515665240CC0040012293 - Nome conto: "Comune di Carpaneto Piacentino - Emergenza Covid-19"). “Ora abbiamo attivato l'iter di raccolta di domande per l'accesso al contributo” annuncia il sindaco. Queste possono essere presentate da chi ha subìto dei contraccolpi a causa dell'emergenza sanitaria, e ha difficoltà a provvedere ad alcune spese. “Molto serenamente – aggiunge il primo cittadino -, invito ad avanzare domanda, se in possesso dei requisiti. Non è un'onta, non c'è imbarazzo; siamo finiti sotto al fuoco, facciamo in modo di reagire tutti insieme”. Il contributo potrà essere elargito a persone fisiche e famiglie per far fronte a bollette, affitto, spese essenziali (come possono essere i vestiari per i bimbi), a seconda della disponibilità del conto e del numero di richieste. Ecco come richiedere il contributo: https://www.comune.carpaneto.pc.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=11743&fbclid=IwAR2hGb6Ve7-XNv2Mx4I0SizvnRRAg3c0oOO4ey3_tQbnX8xvSDfOmNewc8s

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Usb: «Non saremo con i Si Cobas davanti alla Cgil»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento