menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Buoni spesa Pontenure

Buoni spesa Pontenure

Buoni spesa per nuclei familiari, a Pontenure domande aperte fino al 27 febbraio

I cittadini particolarmente esposti agli effetti economici, derivati dall'emergenza epidemiologica da Covid19, possono avanzare la richiesta per l’ammissione alle misure urgenti di solidarietà

Il comune di Pontenure rende noto l’avviso pubblico per la distribuzione di buoni spesa ai nuclei familiari maggiormente esposti agli effetti economici negativi derivanti dalla pandemia da Coronavirus. I cittadini particolarmente esposti agli effetti economici, derivati dall'emergenza epidemiologica da Covid19, possono avanzare la richiesta per l’ammissione alle misure urgenti di solidarietà, che si concretizzano nell’erogazione di buoni spesa, spendibili negli esercizi commerciali di vendita di generi alimentari e di beni di prima necessità (esclusi alcolici, superalcolici, tabacchi) situati nel territorio pontenurese; in tal senso, l’amministrazione comunale ha inteso anche sostenere l’economia locale. Le domande devono essere presentate tassativamente entro e non oltre mezzogiorno di sabato 27 febbraio 2021, facendo pervenire il modulo di domanda deliberatamente compilato: imbucandolo nell’apposita cassetta posizionata a fianco alla porta di ingresso dell’Ufficio Servizi Sociali del Municipio (via Moschini n°16), dove si possono trovare anche copie dei moduli di autocertificazione da utilizzare; oppure per mezzo mail all’indirizzo di posta elettronica assistentesociale.pontenure@sintranet.it L’attribuzione del contributo da assegnare al nucleo famigliare verrà effettuata in base al punteggio ottenuto, sulla base dei criteri pubblicati sull'avviso pubblico.

Il Comune comunica che si tratta del terzo bando promosso. «Il primo, quello della primavera 2020, era stato finanziato grazie a fondi governativi. Il secondo, quello dell’autunno scorso, è stato attivato interamente con lo stanziamento di fondi comunali e ha raccolto 25 domande, pari ad altrettanti nuclei familiari che sono così stati aiutati. Con l’arrivo di nuovi fondi governativi, pari a 34.598,01 euro, l’Amministrazione comunale di Pontenure ha potuto rinnovare il sostegno a famiglie i cui membri hanno accusato problematiche anche occupazionali». «Con questo terzo bando – consultabile integralmente sul sito Internet dell’Ente, il comune di Pontenure ha voluto estendere la platea dei potenziali beneficiari, pertanto anche coloro i quali si trovano in stato di bisogno, ovvero con Isee (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) non superiore a 10mila euro, possono avanzare richiesta (se non in possesso dell’Isee 2021, è possibile presentare Isee 2020). Tuttavia, per accedere a bando, è necessario non essere possessori di un patrimonio mobiliare superiore a 10mila euro e non essere proprietari di autovettura con potenza superiore a 90 kw (122 cv)». Per maggiori informazioni, è possibile contattare l’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Pontenure mandando una e-mail a assistentesociale.pontenure@sintranet.it oppure telefonando al numero 0523/692035. Il Comune sottolinea che, durante i mesi appena trascorsi, ha rafforzato insieme agli assistenti sociali la collaborazione con la Caritas parrocchiale di Pontenure. «Ciò ha consentito di far fronte ai bisogni emergenti; la Caritas locale, d'altronde, ha previsto e prosegue la distribuzione, due volte a settimana, di derrate alimentari. L’Amministrazione Comunale pontenurese, invece, manifesta ed estende la disponibilità a rafforzare quegli interventi di sostegno, valutati caso per caso, che si traduce in misure ad hoc di contrasto alla povertà, e che trova applicazione in una specifica voce del Bilancio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Attualità

Usb: «Non saremo con i Si Cobas davanti alla Cgil»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento