Calendasco e Sarmato "plastic free" e "amici degli alberi": presentati i progetti contro i cambiamenti climatici

Un progetto finanziato dalla Regione, con fondi europei, per mettere i comuni coinvolti in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile dettati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite

La presentazione

Un progetto finanziato dalla Regione, con fondi europei, per rendere i comuni di Calendasco e Sarmato “plastic free” e “amici degli alberi”, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile dettati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Si è tenuto nella mattinata di venerdì 21 febbraio la presentazione delle azioni che le due amministrazioni avvieranno nelle prossime settimane nell’ambito del progetto "Shaping fair cities", finanziato dalla Regione Emilia-Romagna attraverso i fondi dalla Commissione Europea con il programma Development Education and Awarness Raising (Dear).

Insieme al sindaco di Calendasco Filippo Zangrandi e alla sindaca di Sarmato Claudia Ferrari, sono intervenuti i rappresentanti delle realtà del territorio che hanno preso parte al progetto: le associazioni La Ricerca e Reparto Agitati, le cooperative L’Arco ed Educarte srl, il Comitato Biblioteca di Calendasco e una rappresentanza del gruppo piacentino dei Fridays for future.

«Il progetto si tradurrà in diverse azioni fino al 12 giugno: domani a Sarmato inizierà un laboratorio partecipativo sui temi dell'utilizzo della plastica, e la campagna comunicativa sul tema sarà realizzata utilizzando i volti dei cittadini attivamente partecipi alle iniziative», ha spiegato il sindaco Ferrari. «Inoltre, ci saranno numerose azioni con le scuole elementari di entrambi i comuni per cercare di rendere gli edifici pubblici plastic free - a partire dalle mense e dalla distribuzione di borracce a tutti gli studenti dei comuni, ad esempio - oltre ad attività con le scuole medie che riguarderanno la mappatura del verde e degli alberi. Sono previste anche attività per adulti, e ci tengo a sottolineare come, insieme al comune di Calendasco, abbiamo attivato anche un corso di italiano per stranieri - in particolare per donne arabe - in cui ci sarà un modulo dedicato proprio ai temi del riciclo e dell'ambiente, per far entrare tutti in questa ottica virtuosa».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Con il comune di Sarmato abbiamo deciso di partecipare a questo progetto perchè siamo tra i sindaci più giovani della provincia, e pensiamo che quella dell'ambiente sia una delle sfide che i giovani devono saper raccogliere» ha concluso il sindaco Zangrandi. «Volevamo costruire qualcosa che coinvolgesse soprattutto le comunità, con azioni di informazione e sensibilizzazione, oltre a progetti concreti che i comuni potranno continuare a mettere in atto anche una volta terminate le iniziative».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto all’incrocio: tre feriti, gravissima una ragazza

  • Fontana: «Il virus girava da mesi, Piacenza è la provincia con i numeri peggiori»

  • Carabinieri chiamati per una lite trovano il bar pieno di gente, multa e locale chiuso

  • Assalto al bancomat nella notte, il colpo va a segno

  • Intossicato mentre lavora in una cisterna, operaio gravissimo

  • Un matrimonio in sospeso ma l'attività appena inaugurata riparte: Marco e Elisa, osti a Rompeggio

Torna su
IlPiacenza è in caricamento