Attualità

Calendasco, tagli alle rette della scuola materna e nido con il contributo regionale

Lo ha deciso l'Amministrazione grazie ai fondi in arrivo dalla Regione Emilia-Romagna per la qualificazione dei servizi educativi per la fascia d’età 0-6 anni

Il sindaco Filippo Zangrandi

Risparmi fino a mille euro all'anno sulle rette del nido e fino a 275 euro su quelle della materna. A Calendasco parte il “taglio" dei costi a carico delle famiglie residenti con figli che frequentano le strutture per l'infanzia del territorio comunale.  Lo ha deciso l'Amministrazione grazie ai fondi in arrivo dalla Regione Emilia-Romagna per la qualificazione dei servizi educativi per la fascia d’età 0-6 anni: un tesoretto di circa 14 mila euro che andranno ad alleggerire i costi a carico di mamme e papà.

«Si tratta di una misura molto importante di sostegno alle famiglie e alla genitorialità e siamo felici di essere tra i primi comuni del piacentino ad annunciare come verranno spesi questi fondi che la Regione ha deciso di assegnare a fine luglio - spiega il sindaco Filippo Zangrandi.  D'intesa con il gestore dei nostri servizi che ringrazio per la collaborazione, nel mese di agosto abbiamo lavorato per rendere operative da subito le risorse in vista dell’avvio del nuovo anno scolastico, secondo un principio di equità che premia di più chi ha più bisogno. Per la scuola materna – conclude – abbiamo comunque riservato una quota anche a favore delle famiglie con Isee superiore a 26.500 euro, proprio per dare un segnale di attenzione a favore di tutti».

ASILO NIDO - È di 8 mila 550 euro il finanziamento a disposizione per alleggerire le tariffe dell'asilo nido e della “Sezione primavera" (frequentata dai bambini tra i 2 e i 3 anni) per i nuclei famigliari con Isee fino a 26 mila euro (limite di reddito fissato dalla Regione).  Per accedere ai nuovi contributi, aggiuntivi rispetto a quelli già erogati dal Comune, è necessario effettuare l’iscrizione del bambino ad uno dei due servizi entro il prossimo 16 settembre. A godere dei benefici maggiori – 990 euro di risparmio nel corso dell'intero anno scolastico – saranno i nuclei con Isee fino a 13.500 euro; 770 euro di “taglio” delle rette sono assicurati alla fascia 13.501 – 18.000 euro; 550 euro per chi ha Isee compreso tra 18.001 a 23 mila euro; 330 euro tra 23.001 e 26 mila euro. Tenendo fisse le stesse quattro fasce Isee, per i frequentanti della Sezione Primavera il risparmio sarà rispettivamente di 880 euro; 660 euro; 440 euro e 220 euro.

SCUOLA MATERNA – Alla riduzione delle rette per la scuola materna per il prossimo anno scolastico è riservata una quota di oltre 5 mila euro.  Anche in questo caso il contributo possibile grazie ai fondi regionali, aggiuntivi a quello comunale standard, è definito in base alla fascia Isee di riferimento per la famiglia. Un “bonus" annuale è però in arrivo anche a chi va oltre l'Isee massimo di 26.500 euro. Il risparmio massimo sugli 11 mesi di frequenza – pari a 275 euro – è riservato alle famiglie con Isee fino a 13.500 euro; il “taglio” alle rette varrà 231 euro per i nuclei tra i 13.501 e i 18 mila euro; 198 euro per quelli tra i 18.001 e i 23 mila euro e 165 euro per quelli tra 23.001 e 26.500 euro. Oltre i 26.500 euro di Isee è prevista comunque l'assegnazione di un “bonus" extra di 150 euro da spendere nel corso dell'anno scolastico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calendasco, tagli alle rette della scuola materna e nido con il contributo regionale

IlPiacenza è in caricamento