rotate-mobile
L'iter

Cambio area nuovo ospedale: «Studio di fattibilità in 4 o 5 mesi, non vedo ritardi»

La nuova localizzazione secondo la neodirettrice Asl, Paola Bardasi, non comporterebbe tempistiche più lunghe: «Progetto già delineato e strutturato»

Con il cambio area del nuovo ospedale «ridefinizione dello studio di fattibilità in quattro o cinque mesi, non vedo ritardi se non in questi termini». A rispondere Paola Bardasi, nuova direttrice generale dell’Ausl di Piacenza, che sulla realizzazione della nuova struttura sanitaria della città - così come su numerosi altri temi - è intervenuta nel corso della conferenza di presentazione alla stampa.

«Nella delibera di mandato figura l'ospedale nuovo; questa Regione non ha finanziato tanti ospedali, insieme a quello di Cesena, è uno dei due di quest’ultima legislatura. È un evento importante e su questo siamo impegnati; ho trovato un progetto sicuramente preliminare, però già delineato e strutturato».

La scelta di modificare la zona prevista per la costruzione - l’area 5 della Farnesiana, all’interno della tangenziale, al posto dell’area 6, esterna alla tangenziale - annunciata dall’Amministrazione, non comporterebbe tempistiche più lunghe: «Il riavvio non compete all'azienda sanitaria – precisa Bardasi - per quanto riguarda una eventuale ridefinizione dello studio di fattibilità preliminare, che è quello che c'è allo stato dell'arte, i tempi per noi sono di quattro- cinque 5 mesi, perché il progetto nella sua globalità non va modificato strutturalmente, anzi resta così, è già ben delineato». «Quindi per noi, come tempistiche - aggiunge - non vedo un ritardo se non in questi termini, legato appunto ad una eventuale piccola revisione, che comunque tecnicamente andrà fatta».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambio area nuovo ospedale: «Studio di fattibilità in 4 o 5 mesi, non vedo ritardi»

IlPiacenza è in caricamento