Giovedì, 23 Settembre 2021
Attualità

Cassa integrazione in deroga, la Prefettura: «Preso in carico il 98% delle domande»

Il prefetto Daniela Lupo, nell’ambito dei periodici incontri di monitoraggio sulla situazione economica provinciale, ha incontrato i rappresentanti delle associazioni imprenditoriali di categoria

Il prefetto Daniela Lupo, nell’ambito dei periodici incontri di monitoraggio sulla situazione economica provinciale, ha incontrato i rappresentanti delle associazioni imprenditoriali di categoria e segnatamente di Confindustria, Confapi, CNA, Confcommercio, Confesercenti, Libera Artigiani, Coldiretti, Confagricoltura, CIA, Confcooperative e Confedilizia, di Cgil, Cisl e Ugl nonché degli Enti istituzionali ITL, INPS e INAIL. È emersa - si legge in una nota ufficiale di via San Giovanni - la grande preoccupazione per la crisi che ha colpito, in maniera significativa, alcuni particolari settori come la ristorazione, il commercio al dettaglio, il settore vitivinicolo, a causa delle severe limitazioni imposte dalla pandemia alle attività ricettive e di ristorazione.

Al tavolo sono state formulate delle proposte per il mantenimento dei livelli occupazionali e per la ripresa delle attività. Ognuno dei componenti proseguirà, in sinergia e per gli aspetti di competenza, l’attività di sostegno, informazione e supporto. In tale ambito  - prosegue la nota - si è preso atto che nel 98,5% dei casi l’INPS ha provveduto tempestivamente alla trattazione delle domande di cassa integrazione in deroga. Altrettanto proficua attività è stata svolta dall’ITL, per garantire la tutela sostanziale dei lavoratori, mediante le conciliazioni monocratiche e le diffide accertative. Analogo impegno è tata garantito dall’INAIL nella trattazione dei DURC e per la gestione delle attività di istituto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassa integrazione in deroga, la Prefettura: «Preso in carico il 98% delle domande»

IlPiacenza è in caricamento