rotate-mobile
La scelta / Castel San Giovanni

Castello, la lista di Ceruti rinuncia ai santini elettorali di carta

«Vogliamo ridurre l’impatto ambientale, sarebbe uno spreco di risorse naturali e costi»

.La lista “Piacere Castello-Mariacristina Ceruti Sindaca” sceglie di rinunciare alla stampa dei “santini” elettorali individuali. «Riduciamo l’impatto ambientale – spiega la compagine in corsa alle elezioni amministrative di Castelsangiovanni - limitando l’uso di carta. La carta ha un impatto molto significativo sull’ambiente e l’eccesso di consumo di carta è un doppio spreco: risorse naturali (con relativi costi) e servizi che vanno in tilt. Consapevoli che tutti possiamo fare diverse, piccole cose per eliminare questo sperpero, come lista “Piacere Castello – Mariacristina Ceruti Sindaca” abbiamo deciso che rinunceremo alla stampa dei “santini elettorali” individuali. Vogliamo rappresentare la sempre crescente consapevolezza delle persone evidenziata in diversi aspetti della quotidianità e i momenti elettorali non devono rimanere estranei a questa realtà. I tempi evolvono e anche il mondo della politica deve adeguarsi, si deve puntare maggiormente ai contatti interpersonali, si devono pensare strategie per utilizzare il potere della comunicazione sostenibile sui social media, sfruttandone al meglio le potenzialità, occorre, in sostanza, sforzarsi di avviare processi di evoluzione anche per tutta l’informazione che precede le elezioni. Abbattendo l’uso della carta, riduciamo l’impatto sull’ambiente: è un piccolo passo ma almeno iniziamo da qui. La scelta determinata di vivere in modo sempre più sostenibile e responsabile, ormai tendenza molto diffusa, deve avere impatto ed effetti anche sulla nostra esperienza elettorale: per rappresentarci abbiamo redatto solo un tipo di volantino di lista e per l’indicazione di voto di preferenza utilizzeremo il solo fac-simile di scheda. Nessuno dei Candidati della nostra lista ricorrerà alla stampa di materiale cartaceo con la propria esclusiva immagine. E, in caso di vittoria, l’obiettivo “zero carta” sarà anche uno degli impegni della nostra amministrazione. Con il processo di trasformazione digitale della pubblica amministrazione la conservazione dei documenti diventerebbe più semplice e meno costosa e i workflow documentali più snelli ed efficienti. Insomma: c’è solo da guadagnarci».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castello, la lista di Ceruti rinuncia ai santini elettorali di carta

IlPiacenza è in caricamento