Attualità

Centri di facilitazione digitale, online l'avviso rivolto al terzo settore

Entro il 28 agosto le candidature

“Digitale facile in Emilia Romagna” è il nome dell'iniziativa regionale – finanziata con risorse del Pnrr/Next Generation EU – cui anche il Comune di Piacenza aderisce con l'obiettivo di favorire la conoscenza e l'uso consapevole delle nuove tecnologie. È infatti online sul sito www.comune.piacenza.it, con evidenza in home page, l'avviso pubblico rivolto agli enti del terzo settore, per la co-progettazione di attività volte proprio a ridurre il digital divide: termine ultimo per presentare la candidatura, le ore 12 di lunedì 28 agosto.

Nasceranno così i nuovi centri di facilitazione digitale, operativi sino al dicembre 2025, come punto di riferimento per i cittadini che potranno rivolgersi, a queste strutture, per chiedere assistenza personalizzata e seguire percorsi formativi riguardanti ad esempio l'identità digitale, l'accesso ai servizi telematici e la loro fruizione, nonché l'utilizzo dei dispositivi tecnologici. I centri, dotati di collegamento a Internet e postazioni informatiche, saranno dislocati in cinque sedi comunali, prevedendo ulteriori collocazioni temporanee in base alle esigenze che emergeranno sul territorio. In particolare, l'Amministrazione comunale valuterà la possibilità di attivare punti informativi e di divulgazione nei diversi quartieri urbani, con attenzione al comparto degli alloggi Erp e alla valorizzazione degli spazi esterni come sede privilegiata di incontri e sessioni di formazione, che potranno anche svolgersi presso l'ente fieristico in concomitanza con alcune iniziative in calendario.

I centri di facilitazione digitale dovranno garantire un'apertura di almeno 10 ore settimanali ciascuno, per non meno di 46 settimane – anche non consecutive – all'anno, promuovendo anche i servizi online delle pubbliche amministrazioni, a livello locale e nazionale, fornendo supporto per la trasmissione di pratiche digitali. Svolgeranno inoltre un ruolo importante di inclusione sociale, prevedendo interventi specifici a sostegno di persone con disabilità o in condizioni di fragilità. Per questi aspetti, dovrà essere assicurata l'operatività di un servizio di informazione e prenotazione, disponibile per almeno 20 ore settimanali (presso i singoli centri o in forma aggregata).

Tutti i dettagli sono consultabili sul sito www.comune.piacenza.it, anche in merito alla documentazione che dovrà essere allegata all'idea progettuale, da inviare entro i termini indicati – tramite PEC – all'indirizzo protocollo.generale@cert.comune.piacenza.it. Per ulteriori informazioni e chiarimenti è possibile rivolgersi a anna.pirillo@comune.piacenza.it o sergio.caccialanza@comune.piacenza.it, specificando nell'oggetto “Avviso pubblico per manifestazione di interesse – progetto Digitale facile in Emilia Romagna” e avendo cura di includere i propri dati anagrafici e recapito telefonico oltre al quesito che si intende porre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centri di facilitazione digitale, online l'avviso rivolto al terzo settore
IlPiacenza è in caricamento