Alta Val Tidone, la borsa di studio "Alberici" ad Alice Garusi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Sabato 18 gennaio alle ore 10,30 presso la Sala Consigliare del Municipio Alta Val Tidone si terrà la consegna della Borsa di Studio in memoria del sindaco di Nibbiano Alessandro Alberici. Il premio, istituito dall'Associazione Super Fluvio Padi in collaborazione con l'Associazione La Valtidone, é finanziato da Allied Group e sarà consegnato dal Presidente Valter Alberici alla dottoressa Alice Garusi, neo laureata presso l'Università degli studi di Pavia con una tesi specialistica dedicata alle pergamene altomedievali del Monastero di Bobbio di edizione compresa tra l'anno 614 ed il 1014 dal titolo: "Revisione del Codice diplomatico del monastero di S. Colombano di Bobbio".

La scelta del tema da parte dell'Associazione Super Fluvio Padi, attiva finora sul fronte della valorizazione del territorio attraverso la realizzazione di cicli di conferenze di contenuto storico, nasce da più stimoli. Di fronte al grande interesse suscitato dagli eventi collegati prima al quattordicesimo centenario della fondazione del monastero di San Colombano, poi dal quattordicesimo centenario della morte del santo fondatore, si è ritenuto opportuno proporre una riedizione del "Codice diplomatico del monastero di san Colombano" a firma di Cipollla e Buzzi, ormai vecchia di un secolo, con un nuovo e più approfondito lavoro di esegesi di quelle stesse pergamene. Le informazioni che provengono da questi codici più che millenari sono infatti uniche nel loro genere per ricostruire l'economia agricola di alcuni areali della nostra provincia in quei tempi lontani e non ultimo per cercare di riproporne la tipicità quale valore aggiunto tradizionale. Il monastero bobbiese, si apprende dai suoi polittici, aveva beni fondiari raggruppatti in aziende dette curtes sparse su tutto il regno longobardo prima ed italico poi, vale a dire in sette delle venti regioni in cui è ora divisa la nostra penisola. Ma per ambire al desiderio di valorizzare si rende indispensabile definire "dove" e "cosa" ed ecco la necessità di riprendere l'edizione delle pergamene del cenobio bobbiese, di cui, da tempo, si avvertiva il bisogno soprattutto a livello di conferme toponomastiche . L'Associazione Super Fluvio Padi, grazie alla collaborazione col grande paleografo prof. Ezio Barbieri dell'Ateneo sul Ticino ed alla filantropia del Presidente Valter Alberici di Allied Group, ha colmato questa lacuna ed ora si cimenterà in una nuova sfida per giungere quanto prima ad una pubblicazione che arricchisca ed integri l'edizione delle pergamene, materia della tesi della dott.ssa Garusi, con schede di approfondimento storico, toponomastico, topografico e soprattutto economico ad opera di altri qualificati studiosi specialisti nella storia del monastero bobbiese.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento