rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021

La prevenzione rallentata dalla pandemia, «Venite a fare gli screening, sono l’arma più importante»

Con "La salute in piazza" visite aperte a tutti i cittadini nel centro storico di Piacenza, dove tornano anche i vaccini anti-Covid senza prenotazione. Baldino: «Iniziative come questa servono anche a riconquistare la fiducia dei cittadini sulla sicurezza delle nostre strutture»

«Informazione e prevenzione». Questi gli obiettivi principali di “La salute in piazza”, manifestazione che porta screening e visite aperte a tutti i cittadini nel centro storico della città, a partire da mercoledì 29 settembre fino a domenica 3 ottobre. Un calendario di appuntamenti per sensibilizzare la popolazione ai corretti stili di vita e alla prevenzione ancora «un po' rallentata» dalla pandemia Covid-19. «Vediamo che c’è ancora difficoltà a riaprocciarsi a questo tema» sottolinea il direttore generale della azienda Usl di Piacenza, Luca Baldino. «Pur avendo un’offerta completa, non abbiamo ancora le percentuali di adesione precedenti all’emergenza e iniziative come questa servono anche a riconquistare la fiducia dei cittadini nella sicurezza delle nostre strutture. Venite a fare gli screening che sono l’arma più importante per la prevenzione».

Un tema riproposto anche dal sindaco Patrizia Barbieri, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa nella sala consiliare del comune di Piacenza: «La pandemia ha aumentato il timore di sottoporsi ai controlli, indispensabili per prevenire certe patologie, ed è necessario mettere in moto un sistema per sollecitare le persone». Presenti anche Anna Maria Andena, direttrice di Cure primarie, Enrica Rossi e Stefano Nani, rispettivamente direttrice e coordinatore di Emergenza Urgenza del 118, Federica Demarosi per il dipartimento di Odontostomatologia, il presidente provinciale Lilt Franco Pugliese, la presidente provinciale dell'associazione Alice Anna Maria Barbieri, Maria Grazia Sabato in rappresentanza del Rotary Club - i cui volontari forniranno supporto durante gli eventi  - e Daniela Aschieri, primario di Cardiologia e presidente dell'associazione Progetto Vita, intervenuti per illustrare le attività previste per la manifestazione. «Il 29 settembre è la giornata mondiale del cuore - sottolinea Aschieri - che declina sotto varie forme l’esigenza di sensibilizzare la popolazione alla prevenzione delle malattie cardiovascolari. Progetto Vita - continua - si presenterà e quest’anno con grande vigore, perché la legge sui defibrillatori è passata il 4 agosto scorso e siamo contenti di realizzare la nostra iniziativa annuale. Come dipartimento di cardiologia domenica 3 ottobre ci sarà la giornata regionale “Tieni in forma il cuore”, per stillare di ciascun paziente un profilo di rischio cardiovascolare perché la prevenzione è l’arma migliore che abbiamo per ridurre la mortalità da arresto cardiaco e malattie cardiovascolari».

Da giovedì 29 settembre a sabato 3 ottobre, dalle ore 16 fino alle 20, torna anche il punto vaccinale anti-Covid senza prenotazione sotto i portici di palazzo Gotico. «Per accedere a “La salute in piazza” non è richiesto il green pass - ha aggiunto Baldino - questo perché vogliamo agganciare il maggior numero di persone che non si sono ancora vaccinate, anche per provare a convincerle a compiere questo passo».

Sullo stesso argomento

Video popolari

La prevenzione rallentata dalla pandemia, «Venite a fare gli screening, sono l’arma più importante»

IlPiacenza è in caricamento