rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Musica

Musiche di Beethoven e Porter: inaugurata la rassegna degli studenti del Conservatorio

Concerto aperto al pubblico ogni ultimo mercoledì del mese fino a giugno: «Esibizione artistica e sfida personale»

Con Beethoven e Porter il Conservatorio inaugura la rassegna degli studenti. È il primo appuntamento dell’iniziativa organizzata dalla Consulta degli Studenti del Conservatorio Nicolini e andato in scena mercoledì 31 gennaio nel Salone dei Concerti di via Santa Franca, «un successo decretato dai tanti applausi indirizzati ai giovani musicisti sul palco».

Il concerto - ricorda il Conservatorio - si è aperto con il magnifico Trio in Mib maggiore, Op.38 di Ludwig van Beethoven, eseguito con maestria da Tommaso Decimo al clarinetto, Daniele Benedetti al violoncello e Ettore Sergi al pianoforte. Successivamente, lo spartito si è arricchito con la delicata Sonata per flauto e pianoforte in do diesis minore di Mel Bonis, interpretata con passione da Carlotta Martinelli al flauto e Pietro Miragoli al pianoforte. Infine, lo sguardo e l'ascolto sono stati catturati dagli standard di Cole Porter: "So in love", "You're the top", "Miss Otis Regrets", "Just one of those things. Questo affascinante segmento ha visto esibirsi Marta De Leo alla voce, Vincenzo Buonocore alla chitarra, Leonardo Concina al pianoforte, Leonardo Mafra al contrabbasso e Luca Codecco alla batteria.

«È stata un'occasione unica – sottolinea la nota stampa dell’ente - per immergersi nell'arte musicale degli studenti del Conservatorio, che con dedizione e talento hanno portato, e porteranno, il pubblico in viaggio attraverso emozionanti sonorità. La rassegna musicale, che si tiene nel salone principale ogni ultimo mercoledì del mese, si protrarrà, infatti, fino a giugno, abbracciando diversi universi creativi e offrendo al pubblico una varietà di programmi selezionati con cura. La manifestazione coinvolgerà tutti i dipartimenti della scuola musicale, creando un'opportunità unica per i giovani talenti di confrontarsi sul palcoscenico e di accumulare preziose esperienze di esibizione davanti a un pubblico».

«La rassegna non è soltanto un momento di esibizione artistica - sottolinea la presidente della Consulta degli Studenti Alice Brunelli -, ma rappresenta anche una sfida personale per gli studenti, che avranno l'occasione di mettere alla prova la propria preparazione e maturare professionalmente attraverso il confronto diretto con il pubblico».

«Si tratta di iniziativa importante perché dà agli studenti la possibilità di autogestirsi in ambito musicale e organizzativo dando loro la chance di responsabilizzarsi - ha dichiarato prima del concerto Massimo Trespidi, presidente del Conservatorio -; in più dà la possibilità di educare gli adulti all'ascolto dei più giovani».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musiche di Beethoven e Porter: inaugurata la rassegna degli studenti del Conservatorio

IlPiacenza è in caricamento