Giovedì, 21 Ottobre 2021
Attualità Via Emilia Parmense

Con il corso Project management della Cattolica nuove opportunità di aggiornamento per i professionisti

Dal 22 luglio l’Executive Summer School on project management, corso organizzato dalla facoltà di Economia e Giurisprudenza con la collaborazione di Value–Consulenza e Formazione. Le iscrizioni on line devono pervenire entro il 3 luglio 2019

Prenderà il via il 22 di luglio, alla Residenza Gasparini dell’Università Cattolica di Piacenza, l’Executive Summer School on project management, corso organizzato dalla facoltà di Economia e Giurisprudenza con la collaborazione di Value–Consulenza e Formazione.

Le iscrizioni on line, devono pervenire entro il 3 luglio 2019, collegandosi al link https://apps.unicatt.it/formazione_permanente/piacenza.asp. Verranno accolte in ordine cronologico di arrivo sino al raggiungimento del n° massimo di 35 posti disponibili.

«Sono già molte le richieste che ci sono pervenute- commenta la professoressa Franca Cantoni, che coordina il corso; stiamo ricevendo adesioni non solo da manager, ma anche da consulenti ed avvocati che hanno colto la trasversalità di questo aggiornamento e la sua valenza da un punto di vista professionale. Il docente “certificato” sarà l’ing. Edoardo Favari. Si tratta- continua la prof. Cantoni- di una opportunità di aggiornamento unica, rivolta ai professionisti che vogliono approfondire le competenze nella gestione e organizzazione dei progetti. Il project management è infatti una esperienza cruciale a cui nessuna azienda può rinunciare. E’ rivolta a tutti le organizzazioni sia pubbliche che private, comprese le no-profit, ed abbraccia tutte le aree di un’organizzazione, dalla produzione alle vendite ai cambiamenti organizzativi».

«Tutte le ricerche- ricorda la Cantoni- indicano una domanda esponenziale di questa figura professionale, sia in Italia che a livello internazionale, nei prossimi anni. L’executive summer school in project management è stata creata per consentire ai professionisti che vogliono prepararsi sulla disciplina del project management secondo gli standard internazionali. Potranno farlo in una sola settimana intensiva, che alternerà lezioni in aula ad eventi informali. Credo che sia l’evento ideale per chi vuole mettere in evidenza il proprio curriculum nella propria azienda e verso i propri clienti».

Nelle lezioni frontali si utilizzerà un testo base Pmbok (Project Management Body of Knowledge) che descrive l’insieme delle prassi standard per la gestione di progetti così come definite dal Project Management Institute (PMI) che costituisce il principale organismo internazionale di standardizzazione in materia di Project Management. Tale standard è articolato in 10 Aree di Conoscenza e 5 Gruppi di Processi. Le Aree di Conoscenza riguardano l’insieme di conoscenze e competenze necessarie per assolvere ad un insieme di specifiche finalità. Sono le gestioni dell’integrazione di progetto, del suo ambito, della schedulazione, della qualità; la gestione delle risorse, della comunicazione, dei rischi, dell’approvvigionamento e degli stakeholder.

Durante le 40 ore cadenzate in 5 giorni oltre alle lezioni diurne, sono previsti interscambi sulle competenze personali ed interpersonali per imparare a lavorare in gruppo su progetti. Per chi provieni da fuori provincia, c’è la possibilità di soggiornare presso la Residenza Gasparini.

I partecipanti verranno preparati a sostenere l’esame di certificazione PMP® oppure CAPM®, erogati dal Project Management Institute.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con il corso Project management della Cattolica nuove opportunità di aggiornamento per i professionisti

IlPiacenza è in caricamento