rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
I controlli

Covid, a spasso ma erano in isolamento: due persone denunciate

Proseguono le attività di monitoraggio e controllo dell’osservanza delle disposizioni da parte delle forze dell'ordine su tutto il territorio piacentino

In attuazione del Piano finalizzato al contenimento della pandemia ancora in atto, a tutela della salute e per lo svolgimento in sicurezza delle attività economiche e sociali proseguono le attività di monitoraggio e controllo dell’osservanza delle disposizioni, per dare maggiore forza a quanto sinora fatto con responsabilità e coesione dalle istituzioni e dalla collettività, anche a supporto del sistema sanitario.

In tale contesto e con tali finalità, - si legge in una nota della Prefettura - nella settimana dal 10 al 16 gennaio sono state controllate 5780 persone e 847 attività o esercizi commerciali con l’impiego di 942 unità impiegate in 485 servizi. Sono state sanzionate 5 persone per il green pass, 1 per il mancato rispetto delle prescrizioni in tema di uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie e 3 titolari di attività o esercizi commerciali. Inoltre, due persone sono state denunciate per inosservanza del divieto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per le persone in isolamento. Proseguono le attività di monitoraggio dell’apposito gruppo di lavoro interforze coordinato da questa Prefettura-Utg e composto da polizia di Stato, carabinieri, Guardia di Finanza, Polizie Locali di Piacenza, Fiorenzuola e Castelsangiovanni nonché le Unioni di Polizia Locale e del CCS e del discendente tavolo di monitoraggio scuola-trasporti, in cui viene esaminata l’attuazione del piano nell’ambito del trasporto pubblico locale anche con iniziative di sensibilizzazione dell’utenza.

Lo scorso 14 gennaio, presieduto dal prefetto, si è tenuto anche un incontro del tavolo della Conferenza Permanente – Sviluppo Economico e Attività Produttive per monitorare l’andamento generale dell’economia provinciale alla luce dei risultati registrati nell’anno 2021 e delle prospettive per l’anno 2022. Nel corso dei lavori, a fronte di complessivi segnali di tenuta del sistema, è stata rappresentata preoccupazione da parte dei rappresentati delle associazioni di categoria di tutti i settori economici per l’aumento dei costi energetici e delle materie prime e per la crescita dell’inflazione, fattori che potrebbero comprimere la ripresa economica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, a spasso ma erano in isolamento: due persone denunciate

IlPiacenza è in caricamento