Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità Cortemaggiore / Strada Provinciale 26

Corte: «Il ponte sull’Arda non è sicuro». Un semaforo regolerà il senso unico alternato

Le verifiche della Provincia hanno riscontrato lesioni a monte e a valle dell’attraversamento. Struttura sotto controllo per monitorare movimenti anomali. Nel 2023 previsto investimento da 700mila euro per rimuovere le criticità rilevate»

Il ponte sul torrente Arda della Provinciale 26, che da Cortemaggiore porta a Besenzone, riporta «lesioni in corrispondenza dei muri andatori e in particolare nelle zone di imposta dell'arco, sia in sponda destra che in sponda sinistra, sia a monte che a valle dell'attraversamento». Lo fa sapere la Provincia di Piacenza in una lettera inviata al sindaco di Cortemaggiore Luigi Merli. Così sarà introdotta in questi giorni una limitazione alla circolazione stradale in corrispondenza del manufatto. In particolare è prevista l’istituzione di un senso unico alternato regolato da impianto semaforico finalizzato a concentrare la circolazione stradale sulla porzione centrale del ponte Regolerà le correnti di traffico in direzione Besenzone - Cortemaggiore e viceversa; e quelli provenienti dalla frazione San Martino. «Le ragioni che hanno motivato l'introduzione della modifica alla circolazione sono da ricondurre alla prevenzione di rischi per la sicurezza dell'utenza stradale, in caso di ulteriori evoluzioni delle criticità strutturali riscontrate durante l'attività di monitoraggio – si legge nel documento della Provincia -. Al fine di salvaguardare la situazione rilevata è stato ipotizzato di ridurre le sollecitazioni a carico delle porzioni lesionate, concentrando i carichi in transito nella porzione centrale del manufatto».

Le lesioni sono state osservate in una fase inziale con strumentazione a lettura diretta e sono attualmente monitorate h 24 attraverso dei sensori controllabili da remoto e che, in caso di movimenti anomali, emettono appositi "alert". «Gli esiti definitivi della verifica di sicurezza in corso – fa sapere sempre la Provincia -, si presume, potranno essere acquisiti entro giugno 2022 e potrebbero anche comportare l'adozione di misure maggiormente restrittive». Intanto nell'ambito del programma triennale delle opere pubbliche 2021-2023 della Provincia di Piacenza, è previsto nel 2023 un intervento dall’importo complessivo di 700mila, per consentire la realizzazione di una serie di interventi, nel corso del 2024, finalizzati a rimuovere le criticità rilevate».

ponte arda cortemaggiore-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corte: «Il ponte sull’Arda non è sicuro». Un semaforo regolerà il senso unico alternato
IlPiacenza è in caricamento