«Così l'Avis di Piacenza affronterà la sfida di questo difficile momento»

Bilancio, nuove tecnologie, giovani e consolidamento della rete territoriale fra gli obiettivi principali dell'associazione piacentina

Un momento dell'assemblea che si è tenuta su Zoom

Si sono tenuti, nel pomeriggio di sabato 12 settembre, i lavori della 64esima assemblea provinciale dei soci, svoltasi presso la sede dell'associazione in via Taverna dentro all'ospedale.
Un'assemblea annuale impostata con una modalità inedita, conforme alle norme di distanziamento anti-Covid. Da Agazzano a Castelvetro, da Caorso a Fiorenzuola, i delegati delle 40 sedi comunali del nostro territorio si sono collegati in diretta sulla piattaforma digitale Zoom per pronunciarsi sul Bilancio consuntivo del 2019 e per ratificare quello preventivo del 2020. Entrambe le istanze sono state approvate.

Bilancio, maggior coinvolgimento del mondo giovanile, rafforzamento della rete di comunicazione interna fra sedi comunali e sede provinciale e regionale, uso delle nuove tecnologie. Questi i temi dominanti dell’assemblea a cui hanno partecipato anche il prefetto di Piacenza Daniela Lupo che ha portato i suoi saluti, e i sindaci di Fiorenzuola, Romeo Gandolfi, di Podenzano, Alessandro Piva e di Castelsangiovanni, Lucia Fontana, quest'ultima in veste anche di presidente della Conferenza sociale e sanitaria, e Maria Mariano, nuova direttrice del Servizio di immunoematologia e Medicina trasfusionale dell'Asl di Piacenza. E’ stato anche presentato Marco Ravarani nuovo responsabile dell'Unità di raccolta Avis Provinciale Piacenza.
Nella sua relazione valutativa dell'ultimo biennio, Leonardo Fascia, attuale presidente provinciale Avis Piacenza, ha sottolineato l'importanza di adattare le attività dell'associazione alle difficili circostanze derivate dall'emergenza sanitaria: «Siamo pronti a fornire maggiore formazione e una comunicazione più efficiente che possa restituire un'immagine di Avis coesa, coerente e allineata grazie alla collaborazione fra le 40 sedi comunali presenti sul territorio piacentino». 
A presentare la relazione sanitaria relativa agli anni 2019 e 2020 è stato invece il dottor Ravarani: «Siamo reduci da un semestre difficile in cui abbiamo registrato una flessione nelle donazioni a causa dell'emergenza sanitaria. Tuttavia, anche nei momenti più duri, i nostri soci hanno risposto positivamente all'appello di donare; la nostra comunità è viva e solida».
A tornare poi sulle questioni inerenti ad implementare una comunicazione efficace e organica, è stata la vicepresidente regionale Laura Bocciarelli che ha ricordato come «facendo squadra tra la presidenza regionale e quella provinciale è stato possibile affrontare la crisi, aiutati dal fatto che nella nostra regione il sistema sangue ha al proprio centro la programmazione della raccolta e dei consumi, per rispondere ai bisogni di salute delle persone in modo strutturato e non agendo in modo occasionale o estemporaneo».
L'Avis punta a rilanciare la cultura del dono proseguendo il lavoro nelle scuole e mettendo al centro del proprio operato i giovani. «L'Associazione – spiega Susanna Miserotti, referente scuola dell'Avis locale - punta a inserire i ragazzi nella realtà associativa a tutti i livelli, con l'intenzione che ogni giovane donatore possa, un domani, diventare un potenziale dirigente Avis. Nel 2019 abbiamo incontrato 2850 studenti di vari gradi e istituti, attivando programmi specifici con ottimi riscontri».
In vista, per l'Avis provinciale di Piacenza, un appuntamento chiave. Un ricambio generazionale da assicurare: gli attuali vertici giungeranno infatti a fine mandato il 31 dicembre. E il rinnovo delle cariche, per il prossimo quadriennio, è previsto per la primavera 2021. Preziosa, in questo quadro, la testimonianza di Sara Pozzi, giovane studentessa universitaria che svolge il servizio civile presso l'Avis locale, associazione che dal 2019 è risultata essere accreditata. «E' stata una esperienza unica, di grande crescita personale, di solidarietà attiva.  Auspico un maggior coinvolgimento delle nuove generazioni».   
A chiudere l'assemblea online è stata il tesoriere Donatella Zerbini che ha esposto la situazione finanziaria in positivo dell'associazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

avis assemblea-12sett4-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Scandalo Levante, indagato il colonnello dell'Arma Corrado Scattaretico

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Rissa al Tuxedo, parla il gruppo dei campani: «Noi offesi, minacciati e insultati»

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento