menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid-19: l'evoluzione della pandemia nel mondo e a Piacenza (dove i decessi hanno raggiunto quota 999)

Il report periodico con l’evoluzione dell’epidemia: Mondo, Italia, Emilia-Romagna, Piacenza

1-21-17 In copertina: evidenziati in rosso le tre nazioni a più alto indice di letalità (n° decessi/n° casi *100), e, per l’Italia, le tre regioni e provincie emiliane. 

OGGI NEL MONDO

Al 22 ottobre la pandemia coronavirus nel mondo ha contagiato oltre 41,8 milioni di persone e ne ha ucciso più di 1.140.000. Il grafico raffronta l’aumento dei contagi a livello di percentuale/giorno dal 16 al 19 e dal 19 al 22 ottobre: l’Italia nel suo complesso, sta registrando l’incremento più impetuoso.

2-15-4

Crescita, anche se più contenuta, per Regione E.R. e il nostro territorio. L’ultimo Report settimanale dell’Organizzazione mondiale Sanità, conferma la continua accelerazione dell’epidemia a livello mondiale, mentre la curva dei decessi sembra stabilizzarsi e declinare leggermente rispetto ai valori di giugno-luglio.

3-9-26

N° CASI ATTIVI - DECESSI- GUARITI. Il grafico raffronta le variazioni percentuali/giorno negli intervalli di tempo 16-19  ottobre e i successivi tre giorni.

Panoramica Italia e Regione E.R.

Oggi, 22 ottobre l’incremento nazionale dei casi è +3,57% (ieri +3,49%)

Con l’aumentare vertiginoso dei numeri – ha evidenziato Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione GIMBE – il dato nazionale non rende conto di marcate differenze regionali, oltre che provinciali, che indicano le aree che richiedono provvedimenti più restrittivi per circoscrivere tempestivamente tutti i focolai e arginare il contagio diffuso. I principali indicatori documentano un peggioramento in tutte le Regioni su tutti i fronti, fatta eccezione per il modesto incremento dei casi testati.

EMILIA ROMAGNA. Oggi 22 ottobre a livello Regione, sono attivi 11.663 casi: il 94% in terapia domiciliare, il 5% in reparti Covid, lo 0,7% in terapia intensiva i cui posti letto sono occupati per l’11% della disponibilità.

La percentuale progressiva delle persone guarite supera il 69%. Negli ultimi sei giorni i casi “asintomatici” sono stati il 44% dei diagnosticati. Età media dei casi accertati 42,6 negli ultimi trenta giorni.  

Panoramica su Piacenza

Decessi a quota 999

I casi accertati di positività nella nostra provincia sono a quota 5842 (+ 75 rispetto il giorno precedente; +790 da inizio mese: in media 36 nuovi contagi giorno). I decessi sfiorano quota mille (999) e segnano un tasso di letalità del  17% (n° decessi/n° casi).

Al giorno 18 ottobre  le persone ospedalizzate in reparto Covid erano 41e 7 in terapia intensiva. Oltre 1761 le persone in “quarantena” (+ 57 nell’ultima settimana).

IL VIRUS SUL TERRITORIO

Nella nostra Provincia nel periodo 11 -18 ottobre sono stati accertati 268 nuovi casi (+5,2%). Si confermano territori ancora vergini, dove il virus non è ancora risultato da alcun tampone faringeo, le comunità di Ottone e Zerba con zero contagi.

Nessun incremento a Morfasso, Vernasca, S. Pietro in Cerro, Sarmato, Bobbio, Castelvetro, Besenzone, Ziano, Lugagnano, Piozzano, Coli, Villanova.

I territori con incremento superiore al 10% sono: Ferriere, Alta Val Tidone, Borgonovo, Cortebrugnatella.

L’indice di diffusione (o tasso di penetrazione) da inizio epidemia:

4-38-7

5-30-17

LE NOSTRE FONTI: I dati di base per la copertina di ORESTE GRANA e le raffigurazioni grafiche alle quali collabora GIUSEPPE PAGANI, sono attinti da Johns Hopkins University - Regione E.R. – Protezione Civile - Istituto Superiore di Sanità - ASL Piacenza e province Emilia R.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Addio a don Giancarlo Conte, fondatore di San Giuseppe operaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento