rotate-mobile
Fino al 27 dicembre / Castel San Giovanni

Covid e caro bollette, a Castel San Giovanni bando in supporto agli artigiani locali

In base alla percentuale della riduzione del fatturato rispetto al periodo pre-covid il contributo a fondo perduto può variare da un minimo di 1000 euro ad un massimo di 2500 euro. Tutte le info

Covid e caro bollette, a Castel San Giovanni contributi all’artigianato locale. È stato pubblicato mercoledì 14 dicembre il bando a supporto dell’artigianato locale, «categoria economica martoriata dalle chiusure coattive a seguito della pandemia e ulteriormente subissata dal caro bollette» spiega la nota del Comune.

«In base alla percentuale della riduzione del fatturato rispetto al periodo pre-covid – prosegue - il contributo a fondo perduto può variare da un minimo di 1000 euro ad un massimo di 2500 euro - afferma l’assessore al commercio Cesario. Con questo bando andiamo ad inserire un ulteriore tassello alle azioni intraprese in questi anni per sostenere l’economia locale».

I beneficiari sono: ARTIGIANATO DI SERVIZIO ALLA PERSONA (quali ad esempio  parrucchieri, estetisti, barbieri, tatuatori, ecc...) in locali aperti al pubblico ubicati nel territorio comunale; ATTIVITA’ DI SERVIZIO AL CONSUMATORE FINALE (lavanderie, sartoria, confezionamento e riparazione di scarpe, vestiti, telefoni, computer,  ecc...) in locali aperti al pubblico ubicati nel territorio comunale; ATTIVITA’ DI SERVIZIO ALLA CASA E AI VEICOLI (gommisti, meccanici, carrozzieri, elettrauto, elettricisti, idraulici, falegnami, muratori e altri lavori prettamente artigianali di costruzione e installazione) in locali aperti al pubblico ubicati nel territorio comunale. Con riferimento alle attività di servizio alla casa (es: idraulico, elettricista, muratore, ecc...) qualora non sia presente sul territorio comunale una unità operativa identificabile come locale aperto al pubblico si fa riferimento alla sede legale dell’impresa che deve essere sul territorio comunale.

Ulteriori requisiti: essere Micro-impresa; possesso di regolarità contributiva - DURC; non trovarsi in stato di fallimento, liquidazione coatta, liquidazione volontaria; concordato preventivo, ovvero in ogni altra procedura concorsuale prevista dalla Legge Fallimentare e da altre leggi speciali, né avere in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni nei propri confronti; essere in posizione di regolarità tributaria con il Comune di Castel San Giovanni relativamente ai tributi locali per le annualità 2021 e precedenti oppure, nel caso siano presenti debiti nei confronti del Comune, autorizzazione alla compensazione di quanto dovuto al comune di Castel San Giovanni con il valore del contributo assegnato; riduzione fatturato d’impresa nell’anno 2020 e/o 2021 rispetto all’anno 2019.

Il termine ultimo di presentazione della domanda è il 27 dicembre alle ore 14.00. Per tutti i dettagli consultare il sito del comune.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid e caro bollette, a Castel San Giovanni bando in supporto agli artigiani locali

IlPiacenza è in caricamento